Positive novità anche per le scuole del comprensorio viterbese per l’ avvio dell’anno scolastico 2021/2022.

Dopo i trasferimenti pubblicati il 7 giugno e le procedure riguardanti le Utilizzazioni e le Assegnazioni Provvisorie, le cui domande dovranno essere presentate entro il 5 luglio, e quest’anno saranno rigorosamente rispettate le date, è la volta delle immissioni in ruolo, che quest’anno vengono programmate con notevole anticipo rispetto agli scorsi anni.

Cosi da predisporre la copertura di tutte le classi per l’avvio del nuovo anno scolastico che nella nostra regione prevede il primo giorno di scuola il 13 settembre 2021 per le scuole infanzia, primaria  medie e  superiori.

L’ultimo giorno di scuola sarà l’8 giugno 2022 per la scuola  primaria, media e  per le superiori, il 30 giugno 2022 per la scuola dell’infanzia.

Le immissioni in ruolo, secondo il crono programma ministeriale, si svolgeranno con oltre un mese di anticipo rispetto al solito e come per lo scorso anno esclusivamente con modalità online.

Chiamata online che sarà mantenuta nel tempo a prescindere dalla emergenza sanitaria in atto.

In questi giorni al Ministero si sta mettendo a punto il sistema informatico con cui si procederà alle prossime immissioni in ruolo. Si partirà da subito, già dal primo luglio, con le immissioni in ruolo per surroga sui posti residuati sul contingente 2020/2021.

Queste nomine avranno retroattività giuridica con decorrenza primo settembre 2020 e retroattività economica con decorrenza primo settembre 2021.

Questi docenti, vincolati, non potranno presentare domanda di Utilizzazione e Assegnazione provvisoria per il prossimo anno e per i tre anni a seguire, né potranno presentare domanda di trasferimento per i prossimi tre anni.

Terminato questo passaggio avranno luogo tutte le altre immissioni in ruolo sul contingente 2021/2022, ancora da determinare; in primis si attingerà dai residui dei concorsi regionali del 2016 e del 2018 nonché, da quest’anno, anche dalle graduatorie regionali del concorso straordinario nella scuola secondaria di primo e di secondo grado di cui al DDG 510/2020.

Terminato anche questo secondo passaggio d’immissioni in ruolo i docenti saranno attinti direttamente ricorrendo alle GAE e a seguire, laddove le GAE provinciali risultino esaurite, anche dalle graduatorie GPS.

Come da normativa saranno convocati per l’attribuzione della sede prima coloro che sono inseriti in graduatorie concorsuali regionali (2016, 2018, 2020) e successivamente i docenti inseriti nelle GAE e per ultimi i docenti inseriti nelle graduatorie GPS provinciali.

La procedura come per lo scorso anno prevede un unico turno di nomina, chi è in più graduatorie e in più classi di concorso deve indicare le preferenze fra le province (se è in una graduatoria regionale) e le classi di concorso per cui è inserito nelle graduatorie.

Per i docenti inseriti nelle graduatorie provinciali basterà indicare solo l’ordine delle classi di concorso.

La sede attribuita sarà una sede definitiva, il neo immesso in ruolo dovrà prestare effettivo servizio per tre anni in tale sede prima di poter chiedere il trasferimento, l’utilizzazione e l’Assegnazione Provvisoria.

Tutti i neo immessi in ruolo al pari dei neo trasferiti o di coloro che hanno ottenuto l’utilizzazione o l’assegnazione provvisoria dovranno prendere servizio il primo settembre.

Quindi quest’anno le scuole del comprensorio viterbese dovrebbero iniziare con l’organico dei docenti al gran completo, senza il solito desolante e
poco proficuo per la didattica e armonia delle classi balletto di supplenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *