Segno del Cancro 22 giugno – 22 luglio Elemento: Acqua

Il primo segno d’Acqua apre la stagione estiva. Meno fragile e vulnerabile di quanto possa apparire a un primo sguardo, tuttavia tende a proteggere la sua sensibilità: così come il granchio, si circonda di un’armatura coriacea che gli permette di resistere a qualsiasi assalto e di stare in pace con il suo ambiente. Presto però il granchio diventa più grande della sua armatura, che deve essere infranta per permettergli di crescere ulteriormente: solo se è astuto e fortunato riuscirà a fabbricarsene una più grande e più adatta al suo stato espanso.

Il segno zodiacale del Cancro ricerca consapevolezza all’interno, il tessuto del mondo per lui è costituito dai sentimenti: chi nasce Cancro è qui per penetrare dimensioni di vita interiore inaccessibili ad altri, percepire ogni sfumatura della vita. La sua missione consiste nel rompere la corazza, vedere e, contro ogni buonsenso, amare, avere fiducia, accettare tutto ciò che l’esistenza offre.

Nessun altro segno “sente” con pari intensità. Il suo obiettivo è massimizzare l’intensità delle sue interazioni con il mondo e simultaneamente proteggere la sua sensibilità emotiva, creando difese minime coerenti con la sua sopravvivenza. La timidezza può essere una di queste difese.

Il suo grande dono è la capacità di lavorare delicatamente con i sentimenti sia propri che altrui, e per sua natura anziché perseguire una meta in modo aperto e aggressivo preferisce agire sull’atmosfera e sui sentimenti degli altri, per orientarli verso i suoi stessi obiettivi. La sottigliezza è una delle sue qualità principali, ma è anche un’arma a doppio taglio soprattutto se viene utilizzata nell’espressione del ricatto emotivo, per indurre gli altri a fare le cose a suo modo.

Segno governato dalla Luna, il Cancro tende a sognare a occhi aperti. E’ spesso riservato, indossa una maschera che lo fa sembrare anonimo e distratto, disinteressato quando invece è molto presente; tuttavia il pericolo è che le sue difese possano diventare tanto efficienti da porre la propria sicurezza anche davanti alla crescita. Evolvere per questo segno significa rompere il guscio, uscire allo scoperto, ma con calcolo e non con incoscienza.

Il mondo esteriore può apparire pallido se confrontato a quello che il Cancro vive interiormente, fatto di immaginazione, soggettività, sentimenti. La gentilezza e la sollecitudine sono forze più potenti dei suoi istinti autoprotettivi, ma la sua vera risorsa è fare da Madre. Da lui riceviamo comprensione e compassione e lui ne guadagna in sicurezza e invisibilità. Ma attenzione che il ruolo di madre non diventi l’ennesimo giocare a nascondersi, occupandosi più dei bisogni altrui che dei propri, perché il prezzo da pagare sarebbe la solitudine.

Il Cancro è spaventato dal cambiamento, dall’avventura, dalle esperienze, dall’iniziativa diretta, perché ciò lo esporrebbe possibili rifiuti o fallimenti, al rischio di apparire ridicolo: è così sensibile e vulnerabile alle opinioni altrui che, se può evitarlo, raramente si esporrà; tuttavia anche lui necessita di varietà, cambiamento e avventura, altrimenti finirà per agire meccanicamente e spegnere la sua scintilla di creatività e romanticismo.

Buon Compleanno

Rosanna De Marchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *