E’ venuta a mancare la scrittrice irlandese Lucinda Riley, tra le regine del romanzo rosa, famosa in tutto il mondo per la serie-bestseller “Le sette sorelle”. In un’intervista del 2019 aveva parlato della sua malattia…

“Nel dolore e nella gioia del viaggio, ho imparato la lezione più importante che la vita possa offrire, e ne sono contenta. Il momento è tutto ciò che abbiamo”.

È questo l’ultimo messaggio che ha voluto lasciare ai suoi numerosissimi lettori la scrittrice Lucinda Riley. Lo rende noto la famiglia, con una nota indirizzata a tutti i suoi editori: “È con grande dispiacere che siamo a comunicarvi che Lucinda si è spenta serenamente questa mattina – recita peraltro la nota dei Riley –, circondata dalla sua famiglia che era per lei così importante. Ci rendiamo conto che questo sarà un terribile shock per molte persone, che non erano al corrente che Lucinda negli ultimi quattro stava combattendo contro il cancro”. E ancora: “Lucinda ha toccato le vite di tutti coloro che ha incontrato e di chi ha letto le pagine delle sue storie. Ha profuso amore e gentilezza in tutto quello che ha fatto, e continuerà a ispirarci per sempre. Ma, soprattutto, Lucinda amava la vita, e ha vissuto ogni momento al massimo”.

Lucinda Riley, classe 1966, era nata in Irlanda a Lisburn, il 16 febbraio e, dopo una carriera da attrice nel cinema, in teatro e televisione, aveva scritto il suo primo libro all’età di ventiquattro anni. L’inizio di una lunga cavalcata: i suoi romanzi sono stati poi tradotti in trentasette lingue e hanno venduto oltre trenta milioni di copie in tutto il mondo. Dell’autrice resterà la serie, Le sette sorelle, pubblicata in Italia da Giunti, diventata un fenomeno globale. La sorella perduta, il settimo volume appena uscito nel nostro paese, è tra i libri in classifica in questo momento.

I libri di Riley hanno partecipato a numerosi premi internazionali: in Italia ricordiamo l’avventura al Bancarella, il premio The Lovely Books in Germania. Nel 2020 l’autrice ha ricevuto, in Olanda, il premio Dutch Platinum per le vendite di oltre 300mila copie per un singolo romanzo in un anno.

Tra gli altri progetti dell’autrice ricordiamo la serie per bambini My Angels, scritta in collaborazione con il figlio maggiore, Harry Whittaker. Il primo dei quali, Bill e l’Angelo dei sogni è stato pubblicato a novembre 2020 con Lo scrigno degli angeli (Giunti), quattro piccoli libriccini in cofanetto che anticipavano temi e protagonisti della nuova serie.

Il 16 giugno 2019, intervistata da Enrico Franceschini per Repubblica, aveva sorprendentemente rivelato: “Due anni fa mi hanno diagnosticato un cancro. Non ne ho mai parlato con nessuno, ma quando lei è entrato nella stanza le ho dato un’occhiata e ho deciso: adesso glielo dico…”.

 

Fonte: illibraio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *