”Nello zoo “Arignar Anna Zoological Park, in India, una leonessa risultata positiva al coronavirus è morta. Contagiati anche altri 8 leoni.

Lo zoo era stato chiuso il 20 aprile a causa dell’aumento dei contagi in India e scorsa settimana, lo staff si è accorto che i leoni tossivano, starnutivano e non avevano più appetito. Si è così scoperto che erano positivi al coronavirus. I campioni raccolti, testati presso il National Institute of High Security Animal Diseases a Bhopal, nel Madhya Pradesh, hanno confermato l’infezione.

La leonessa morta, di nome Neela, era asintomatica. Non si ancora se la morte sia attribuibile o meno al Covid.

Non è la prima volta che accade, tempo fa il coronavirus aveva attaccato tigri, leoni e un leopardo delle nevi, rinchiuso presso lo zoo di Louisville nel Kentucky, che avrebbe contratto l’infezione da un membro del personale asintomatico.

Animali che, oltre a vivere rinchiusi negli zoo, lontani dal loro habitat naturale, in questi spazi ristretti rischiano ancora di più di ammalarsi e di contrarre infezioni.

Siamo noi umani a rappresentare il pericolo, soprattutto negli zoo, perché come ha specificato l’USDA, “sulla base delle informazioni disponibili, il rischio che gli animali diffondano il virus alle persone è considerato basso”. Proprio come per gli animali domestici, sembra più probabile il contrario, “ossia che sia l’uomo a contagiare gli animali durante il contatto ravvicinato.”

 

Fonte: greenme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *