La gloriosa Arma dei Carabinieri celebra oggi, sabato 5 giugno, la propria Festa, tradizionalmente fissata per ricordare la data nella quale, nel 1920, fu concessa alla bandiera dell’Arma la prima Medaglia d’Oro al Valor Militare per l’eroica partecipazione alla Prima Guerra mondiale.

Bandiera che ancora oggi rimane la più decorata.

La festa è stata fissata al 5 giugno di ogni anno con la seguente circolare del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri n. 204/41-1914 dei 7 aprile 1921:

“Avendo le aspre vicende della passata guerra rese, nella storia di ogni Arma e Corpo, alcune date particolarmente memorabili per sacrifici eroici compiuti o per il conferimento di alte ricompense, il Ministero della guerra ebbe non ha guari a disporre che apposita Commissione stabilisse, ex novo, quale dovesse essere la data della festa anniversaria di ciascun’Arma o Corpo.

Ora il prefato Ministero, mentre ha comunicato che verranno fra breve, e non appena saranno ultimati i relativi studi tuttora in corso, emanate disposizioni al riguardo, ha avvertito che la festa anniversaria dell’Arma, colle disposizioni stesse, sarà fissata al 5 giugno di ogni anno – data di concessione della medaglia d’oro all’Arma medesima – e che, ciò stante, la celebrazione di essa dovrà essere fatta anche per l’anno in corso alla data anzidetta.
Quanto sopra si comunica per opportuna conoscenza e norma di codesto Comando e di quelli dipendenti”.

La fondazione dell’Arma risale, però, al 13 luglio 1814, quando il Re Vittorio Emanuele I, con Regie Patenti, costituì i Carabinieri Reali, un Corpo di militari: “… per buona condotta e saviezza distinti …” che, oltre a contribuire alla difesa dello Stato in tempo di guerra, erano in tempo di pace “… specialmente incaricati di vegliare alla conservazione della pubblica e privata sicurezza …”.

Una duplice funzione che i Carabinieri conservano “nei secoli fedeli” : la difesa dello Stato in qualità di Forza Armata e la difesa dei cittadini, come Forza di Polizia. Per la contingente situazione sanitaria in ambito nazionale, le celebrazioni avverranno nel più rigoroso rispetto delle norme antiCovid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *