Lite perché voleva soldi per la droga. Operato d’urgenza e arrestato

Una lite per la droga. Per i soldi che servivano a comprarla.

Un dramma nel dramma quello andato in scena in un appartamento nel quartiere San Lorenzo a Roma dove un uomo di 53 anni è stato ucciso a coltellate e il figlio 18enne è stato trovato in bagno ancora con il coltello in mano. L’ipotesi è che l’omicidio sia scaturito per l’ennesima lite, legata a problemi di tossicodipendenza del ragazzo. E alle continue richieste di denaro per comprare gli stupefacenti. Il 18enne, operato d’urgenza per le ferite che si era provocato con il coltello con cui aveva ucciso il padre, è stato arrestato per omicidio volontario ed è ora piantonato in ospedale. Il 53enne è stato trovato morto in una pozza di sangue in un appartamento al piano terra il via dei Liburni. L’uomo era da anni il portiere dello stabile, nel quartiere che si trova a due passi dall’università. A dare l’allarme sono state alcune persone che dall’esterno hanno sentito le urla dell’uomo, colpito dai fendenti.

 

Fonte: ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *