Tragedia al Mugello nella giornata di domenica 9 maggio. Stelvio Boaretto, 59 anni, è morto dopo un incidente nel corso del Trofeo Italiano Amatori.

Un tragico incidente in pista ha contrassegnato questa domenica. Sul circuito del Mugello un pilota 59enne, Stelvio Boaretto, ha perso la vita mentre correva per il Trofeo Italiano Amatori, categoria 1000 Avanzata. L’uomo veniva coinvolto in un incidente multiplo con altri partecipanti, riportando le ferite più gravi. Inutili i tentativi di soccorso, prima da parte dello staff medico del Mugello. Poi Stelvio è stato trasportato al Centro Medico del circuito.

Le condizioni si sono rivelate subito preoccupanti e, nonostante un nuovo intervento dei medici, è deceduto. In segno di rispetto per la sua morte la FMI, il promotore del Trofeo, e l’Autodromo del Mugello hanno deciso l’interruzione della manifestazione. “In questo drammatico momento mi unisco alla famiglia con cordoglio e partecipazione – ha dichiarato il Presidente FMI, Giovanni Copioli -. Una fatalità ci ha privato di un appassionato vero ed ha funestato un Trofeo dove proprio la passione è protagonista“.

Stelvio era un grandissimo appassionato di sport e motori. Grande conoscitore di molti circuiti europei, tra cui Misano, Cremona, Almeria, era anche arbitro di boxe dilettantistica e profondo amante dei cavalli. Era solito girare con una Yamaha R1. In uno dei suoi ultimi post su Facebook aveva commentato: “Revisione completa del motore della mia R1 che uso solo in pista, effettuata a tempo record e moto consegnata già rodata e controllata in ogni dettaglio. Alessio Toffanin, Francesco Desideri e tutto il loro team sono una garanzia“.

 

Fonte: corsedimoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *