Si erano recati in India per adottare una bambina ed erano rimasti bloccati a causa della pandemia, che sta colpendo duramente il Paese. Ora sono rientrati in Italia attraverso un volo sanitario attrezzato per il bio-contenimento grazie alle donazioni arrivate da tutta Italia. Lei, Simonetta Filippini, era risultata positiva al coronavirus già nei giorni scorsi e alla fine ha contratto l’infezione anche lui, Enzo Galli: entrambi sono ora ricoverati all’ospedale fiorentino di Careggi e le condizioni di salute sarebbero ancora precarie. Lui si trova in terapia intensiva mentre lei è in isolamento nel reparto di malattie infettive. È arrivata in Italia con loro anche la bimba che hanno adottato.

Alla fine sono stati colpiti dal Covid entrambi. Lui, ammalatosi per ultimo, inizialmente era asintomatico, ma le sue condizioni si sono poi aggravate e ora si trova in terapia intensiva. Lei, che da molti giorni combatte contro i sintomi, è costretta alla terapia dell’ossigeno dal reparto di malattie infettive. “Finalmente in Italia. Purtroppo abbiamo avuto due blocchi respiratori e non è stato facile. Adesso siamo all’ospedale di Careggi, io a malattie infettive con l’ossigeno perché la broncopolmonite bilaterale è abbastanza importante. Anche mio marito Enzo si trova in terapia sub intensiva e purtroppo sta molto male anche lui”, ha detto Simonetta in un messaggio vocale per ringraziare tutti quelli che li hanno aiutati.

La figlia si trova invece in quarantena al Meyer. “Siamo felici che Mariam (la bimba, ndr) sia al Meyer che è un ambiente protetto, sta bene e qui farà la sua quarantena. Anche se la situazione rimane grave e impegnativa i medici ci hanno detto che siamo arrivati in tempo a casa e ora c’è solo da lottare. Siamo in un ospedale italiano che per noi è una carezza e siamo sotto cure attente. Grazie di tutto”. Il messaggio è stato diffuso dall’avvocatessa Elena Rodelli, che negli scorsi giorni si è battuta affinché la coppia potesse rientrare in Italia insieme alla bambina che hanno adottato.

 

Fonte: fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *