A Basilea è gioia grande: “La medaglia di oggi nel corpo libero per me un simbolo di resilienza e di resistenza”. Subito giù dal podio l’altra italiana Martina Maggio

Una domenica speciale per Vanessa Ferrari. La ginnasta italiana, a 30 anni, ha vinto la medaglia di bronzo al corpo libero nella seconda giornata di finali per attrezzo del Campionato Europeo di Basilea. È la sua quinta medaglia continentale in questa specialità (due ori ad Amsterdam 2007 e Sofia 2014, due argenti a Volos 2006 e a Milano 2009). La campionessa ha conquistato il bronzo nel giorno della Festa della Liberazione con un esercizio montato sulle note di “Bella Ciao”.

LA GIOIA

La Ferrari ha ottenuto 13.600 punti piazzandosi dietro alla russa Angelina Melnikova (pt. 13.900). A trionfare è stata la britannica Jessica Gadirova. Un successo storico per la trentenne ginnasta di Orzinuovi: “La medaglia di oggi è per me un simbolo di resilienza e di resistenza – ha dichiarato Vanessa al termine della premiazione – . Lo dimostra la mia storia agonistica fatta di successi e sconfitte. Non ho mai mollato. I miei sogni mi danno la forza per andare avanti. Dedico questa medaglia all’Italia in una data così importante per il nostro Paese, il 25 aprile. Speriamo di poterci liberare presto anche della pandemia e poter tornare a riempire i palazzetti, riaprire le palestre, far ripartire le società”. Ai piedi del podio l’altra italiana Martina Maggio, qualificata per la finale al quadrato, con il personale di 13.266. Un buon piazzamento per la ginnasta classe ’01.

 

Fonte: gazzetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *