Da oggi a Firenze c’è la possibilità di acquistare assorbenti senza pagare l’IVA al 22%, esclusivamente nelle 21 farmacie cittadine.

Firenze esempio per tutta l’Italia?

Quella annunciata poche ore fa è un’altra piccola vittoria, che però “accontenta” solo chi ha la fortuna di vivere nel comune di Firenze. Nelle 21 farmacie comunali del capoluogo toscano sarà possibile acquistare prodotti igienici scontati del 22%. Anche in altri piccoli comuni della Penisola sono state adottate iniziative simili ma Firenze è la prima grande città a farlo.

Una delle sostenitrici e proponitrici della novità è la consigliera fiorentina Laura Sparavigna. In un post su Facebook l’esponente dem ha ricordato come nel nostro paese l’IVA al 22% si applichi sui beni di lusso e che perfino il tartufo abbia una tassazione minore.

Per legge l’abolizione dell’IVA sugli assorbenti nelle farmacie fiorentine durerà fino al 31 marzo 2022 e quindi rappresenta una vittoria temporanea. Nonostante ciò, la Sparavigna guarda già con ottimismo al futuro, scrivendo sui social che a suo avviso entro i prossimi 12 mesi il dazio dovrebbe essere abolito in tutta Italia.

Come fa notare TPI, per il momento il Governo Draghi ha deciso di tacere completamente sulla questione dell’IVA sugli assorbenti. La speranza è che, una volta rientrata l’emergenza COVID, il tema diventi quantomeno oggetto di discussione.

Fonte: alphawoman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *