Contrariamente alla indiscrezioni, la tv di Stato si è aggiudicata i diritti di tutte le 64 partite, anche se è possibile che nei prossimi mesi possa cederne una parte

Tutto alla Rai. Lo annuncia la Fifa, lo conferma viale Mazzini ovviamente condendo la notizia con una nota di grande soddisfazione. Dunque, almeno per ora, la torta è tutta della tv pubblica, che ha in mano tutte le 64 partite del Mondiale di Qatar 2022. Non sono state confermate le indiscrezioni circolate ieri su un’assegnazione in due direzioni, quella della Rai appunto e l’altra di Amazon, che avrebbe potuto veicolare le immagini di 36 gare in streaming pay. Ancora prematuro orientarsi nella seconda fase della vicenda, perché è possibile che nei prossimi mesi la Rai, anche per rientrare in parte dall’operazione di acquisto, possa cedere una parte dei diritti.

Per ora, però, si torna al 2002, cioè all’ultima edizione, quella che si disputò fra Corea del Sud e Giappone, quella dell’eliminazione degli azzurri nella disgraziata partita con i padroni di casa arbitrata da Byron Moreno. Quella fu infatti l’ultima volta che l’emittente di Stato si assicurò tutte le partite, poi sarebbero nati gli accordi con Sky a partire da Germania 2006. “Si tratta di un grande successo – dice Marcello Foa, presidente della Rai –. Siamo arrivati a questo risultato grazie a una strategia negoziale portata avanti con abilità e coerenza. Riconquistiamo così il primato nella trasmissione di uno degli eventi più amati dagli italiani, che nella Nazionale si riconoscono anche nei momenti difficili”. Fabrizio Salini, l’amministratore delegato, sottolinea il vantaggio di “poter presentare al pubblico il torneo che per la prima volta nella storia si disputerà in un periodo altamente strategico per i media”. In autunno, periodo commercialmente più forte per le tv, dal 21 novembre al 18 dicembre. L’azienda si è impegnata a trasmettere una parte del pacchetto complessivo, 28 partite comprese semifinali e finale, su Rai 1.

 

Fonte: Gazzetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *