La ricetta che vi propongo questa settimana è un primo piatto classico della cucina italiana: il risotto alla crema di scampi.

Un piatto che piace anche ai bambini, al momento che si presenta saporito e cremoso. Iniziamo con gli

INGREDIENTI:

  • 400 gr di riso
  • 800 gr di scampi
  • 50 ml di passata di pomodoro
  • 100 ml di panna da cucina
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 tazzina di cognac
  • olio
  • sale
  • prezzemolo

PREPARAZIONE: Iniziamo con il pulire gli scampi, togliendo le teste, le chele ed il guscio. Poi prendete sia le teste che le chele e metterle in una pentola con 1 litro e mezzo d’acqua. Aggiungere una carota, un gambo di sedano, una cipolla, un bicchiere di vino bianco e salate poco. Mettere a cuocere per circa 45 minuti. A questo punto avrete ottenuto il brodo dove farete cuocere il riso. Prendere ora un altro tegame e aggiungere un po’ di olio extra vergine d’oliva insieme ad uno spicchio d’aglio. Una volta che quest’ultimo sarà rosolato, aggiungete gli scampi e fateli insaporire, poi aggiungere la tazzina di cognac e lasciate evaporare. Ora aggiungere la passata di pomodoro e fare cuocere gli scampi per 15 minuti.  In una casseruola, nel frattempo, mettere l’olio e la cipolla tritata finemente e fatela imbiondire. A questo punto aggiungere il riso, che dovrà essere girato con un cucchiaio di legno, tostatelo e sfumatelo con del vino bianco. Attendete che il vino sia evaporato, quindi, aggiungete qualche mestolo del brodo che avere preparato prima. Girate spesso il riso e mano a mano che il brodo evapora aggiungetene dell’altro evitando che resti scoperto il riso. Una volta che gli scampi sono cotti, frullateli nel loro sugo e aggiungete la panna. Otterrete così una crema di scampi che dovrete poi mettere sul riso, quasi a termine della cottura. Per chi vuole, a fine cottura, si può mettere sul riso, prima di servire, un po’ di prezzemolo a pezzetti. Per decorare il piatto si può aggiungere qualch scampo intero. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *