Le sue collezioni delle forme organiche e sensuali hanno ispirato intere generazioni

Si è spenta a 80 anni Elsa Peretti, 80 anni, celebre designer di gioielli che dagli anni 70 aveva legato il suo nome a Tiffany & Co.
“Elsa”, scrivono i portavoce della maison, “è stata responsabile di una rivoluzione nel mondo del design del gioiello. Le sue collezioni delle forme organiche e sensuali hanno ispirato generazioni. Il rapporto di Elsa con lo stile e il mondo naturale era profondamente personale e si rifletteva fortemente nelle sue creazioni. Negli ultimi 50 anni Elsa ha creato alcuni dei gioielli e oggetti di design più innovativi al mondo e ha esplorato la natura con l’acume di uno scienziato e la visione di uno scultore”.

La modella Lois Chiles posa con un abito Halston e una collana di perle e onice di Elsa Peretti.

© Getty Images

Elsa Peretti

La stilista italiana – era nata a Firenze – ha creato per Tiffany, in oltre quattro decenni di collaborazione, alcuni dei pezzi più iconici e duraturi tra cui il bracciale Bone Cuff e il pendente Open Heart. Si era affacciata al moda come modella e aveva firmato un contratto con la celebre agenzia Wilhelmina, a New York nel 1968. Dopo poco era diventata una delle modelle preferite del designer Halston, soprannominata “Halstonettes”, insieme a Pat Cleveland e Anjelica Huston.

Poi, la carriera come designer di gioielli di straordinario successo, caratterizzata da uno stile poetico e sempre ispirato dall’osservazione della natura. Tra i suoi materiali prediletti ci sono l’argento sterlinggiadalacca e rattan, per gioielli dalla silhouette fluida e leggera, spesso ispirati alla cultura asiatica. Sin dalle prime collezioni per Tiffany & Co., il successo di Elsa Peretti fu enorme, soprattutto fra i consumatori più giovani che ne apprezzavano l’originalità, e ancora oggi restano fra i più venduti.

Nell’ultima fase della sua vita aveva creato una fondazione che sosteneva progetti per l’ambiente e la sostenibilità.

Fonte: Vogue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *