A Ostuni una masseria con 20 suite da mille euro a notte

A entrare a far parte della grande catena del lusso è la Masseria Le Taverne: lo stesso Arnault avrebbe visionato di persona la struttura.  La proprietà è della società agricola Sgg srl di Giovanni Veronesi, fratello del più noto oncologo Umberto.

Non solo Four Seasons Hotels and Resorts e il suo villaggio in località Mogale da 100 milioni di euro e 150 suite, a Ostuni è in arrivo un altro investimento nel campo alberghiero extralusso. È quello da mille euro a notte della londinese Belmond, l’azienda che lavora nel mondo dell’ospitalità di livello in tutto il mondo, proprietà del gruppo Lvmh di Bernar Arnault, riconoscibile ai più col marchio Louis Vuitton. A entrare a far parte della grande catena del lusso è la Masseria Le Taverne.

Una preziosa costruzione in tufo del Seicento con annessa proprietà di 25 ettari composti per lo più da giardini e ulivi secolari a due chilometri dal mare e 5 dalla “città bianca”, il caratteristico centro storico di Ostuni.

La proprietà è della società agricola Sgg srl di Giovanni Veronesi, fratello del più noto oncologo Umberto. La notizia dell’avvenuta chiusura della trattativa col gruppo britannico arriva da una rivista specializzata del settore, Panbianco Hostellerie. Anche al Comune di Ostuni risulterebbe chiusa la transazione di una trattativa che andava avanti da tempo. La data comunicata informalmente del cosiddetto closing risale alle metà di febbraio, quando lo stesso Arnault avrebbe visionato di persona la struttura.

Ma al momento non sono stati versati gli oneri di urbanizzazione dovuti. Si tratta di somme intorno a 1 milione e 500 mila euro che la nuova proprietà dovrebbe far pervenire alle casse dell’amministrazione per ottenere il permesso a costruire e far partire i lavori (tutti gli adempimenti sono stati già eseguiti) di ristrutturazione dell’antica masseria e la realizzazione di una decina di miniappartamenti all’esterno. Tutto il complesso permetterà, secondo il progetto approvato nel 2015, un totale di 20 suite di lusso (da realizzare entro ottobre 2023).

Nel progetto è prevista anche un’area benessere su due livelli, bar e ristorante. Non mancheranno le piscine. Quella esistente sarà di pertinenza delle prime due suite, appartenenti al nucleo storico, le altre invece saranno realizzate per i singoli appartamenti.

Fonte: La Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *