PESCI dal 20 febbraio al 21 marzo. Siate pronti quindi ad entrare dove regna la fantasia senza alcuna costrizione né limitazione… non per nulla ci troviamo ad avere a che fare con l’ultimo dei 12 segni dello Zodiaco, quello che abbandona l’umano per il divino.

Qui la dolcezza e la protezione sono ad un così alto livello di sensazioni che spesso non contemplano nemmeno una pratica fisica.

Il Pesci però, forse anche per supplire a qualche mancanza nella vita casalinga quotidiana, vuole prendersi cura di noi con l’affetto che solo una crocerossina sa dare. E allora facciamoci coccolare di cure e preoccupazioni materne come a lei piace fare.

I nati in questo segno,(la donna in particolare), sono caratterizzati da un forte intuito, da una sensitività che può sfiorare la preveggenza, ma sono anche soggetti ad improvvisi cambiamenti di umore.

A volte mancano di senso pratico, di una visione razionale della vita e tendono a vivere passivamente le situazioni anziché controllarle.

Hanno paura della solitudine, cadendo spesso nel vittimismo, e per loro i sentimenti sono di vitale importanza. La donna Pesci spesso è inafferrabile, mutevole, quasi trasformista. Non è facile capire la sua personalità perché ora è una vera donna in carriera, ora una missionaria. La sua anima inquieta vorrebbe seguire contemporaneamente gli itinerari del sogno e quelli della realtà.

E’ una creatura mutevole e instabile con una sensibilità accentuata che la porta a percorrere vie sempre nuove, non battute da altri. Il suo sguardo assorto e nello stesso tempo struggente, sembra fissare un oggetto o una persona con vero interesse, poi in realtà ci si accorge che sta pensando a chissà cosa.

Fisicamente è in un posto, ma la sua mente è forse sulla Luna. Chi le sta vicino sicuramente si chiede cosa starà pensando ma non riuscirà mai a capirlo e forse qualche volta non lo sa nemmeno lei.

Creatura dolcissima, intrigante, intuitiva, magica, disordinata, sa essere prepotentemente presente e allo stesso tempo inspiegabilmente assente.

Buon Compleanno!

Rosanna De Marchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *