+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana.

Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Parola del Signore

COMMENTO: Il deserto viene visto come un periodo di prova, di difficoltà, ma prima ancora che un luogo, il deserto è uno stato interiore, che bisogna affrontare con tutte le nostre forze.  Gesù rimane 40 giorni nel deserto, ricordando il tempo dei 40 anni che costituiscono nella mentalità ebraica il tempo di una generazione. Servono 40 anni per generare un popolo nuovo o un nuovo Regno. Marco non spiega che tipo di tentazioni abbia subito Gesù, ma ci dice che non era solo, ma vi era la natura (le bestie selvatiche) e la grazia (gli angeli) ad aiutarlo. Questo a significare che nel cammino di conversione che il deserto ci chiede di vivere non siamo mai soli. Dio è sempre con noi per aiutarci a superare il deserto e vivere nella sua misericordia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *