È sopravvissuta alla Prima Guerra Mondiale, all’Influenza Spagnola del 1918, alla Seconda Guerra Mondiale e anche al Covid-19: stiamo parlando di sorella Andre, una suora francese che dopo essere riuscita a superare brillantemente la malattia si appresta, nei prossimi giorni, a festeggiare il suo 117esimo compleanno.

Lucile Randon, questo il nome della donna, la più anziana d’Europa, prese i voti nel 1944 presso l’ordine caritativo cattolico. Il 16 gennaio scorso è risultata positiva al coronavirus nella sua casa di riposo a Tolone, nel sud della Francia. È stata isolata dagli altri ospiti.

Andre non ha mai avuto sintomi e al quotidiano Var-Matin ha dichiarato: “Non mi ero nemmeno accorta di averlo”. A BfmTv ha invece aggiunto di non aver mai avuto paura né di ammalarsi né di morire”, poi al giornalista che l’ha intervistata ha detto: “Sono felice di essere qui con te, ma vorrei essere altrove, insieme a mio fratello maggiore, mio ​​nonno e mia nonna”. David Tavella, portavoce della casa di riposo Sainte Catherine Labouré, ha spiegato che l’ultracentenaria aveva brillantemente superato l’infezione. “La consideriamo guarita. È molto tranquilla e non vede l’ora di festeggiare il suo 117esimo compleanno giovedì”. La festa naturalmente si terrà in forma ridotta e rispettando tutte le misure anti contagio.

Sorella Andre, nata l’11 febbraio 1904, è la seconda persona vivente più anziana del mondo, secondo la classifica supercentenaria mondiale del Gerontology Research Group (GRG). La persona più anziana è il giapponese Kane Tanaka, che ha compiuto 118 anni il 2 gennaio. Le 20 persone più anziane nella classifica GRG sono tutte donne.

 

Fonte: Fanpage

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *