Viterbo: “L’incubo” sta per finire: i lavori di consolidamento, asfaltatura e messa in sicurezza, del tratto stradale SS 675 Umbro Laziale, (superstrada) finalmente è arrivato ai titoli di coda.
Un nostro inviato ha potuto documentare l’andamento verso il fine lavori sulla Orte Civitavecchia. Come non ricordare lo smottamento avvenuto il 7 Dicembre 2020? In quel giorno la città fu messa a dura prova come non mai, code interminabili riportate su notiziari nazionali, contribuirono ad isolare Viterbo, i lavori di messa in sicurezza partirono immediatamente e di li a poco il monitoraggio di altri ed eventuali smottamenti.

Il Sindaco Giovanni Maria Arena e l’Assessore Laura Allegrini, già travolti dalle polemiche per la contemporanea chiusura della Cassia e del raccordino, si sono trovati nella scomoda posizione di assistere inermi ad uno stato di nevrosi collettiva, che di certo, visto il periodo, non se ne sentiva sicuramente la mancanza, le istituzioni si sono immediatamente attivate con A.N.A.S per avere garanzie sui tempi di apertura, A.N.A.S dopo un lungo sopralluogo, garantì l’apertura approssimativamente entro il giorno 12 Febbraio.
Quindi dal 15 Febbraio, Viterbo dopo la riapertura del raccordino e della Superstrada, compie un notevole passo in avanti, verso quella normalizzazione tanto agognata.
Dal 15 in poi ovviamente, tutti gli occhi saranno puntati sulla riapertura della Cassia Sud, per la realizzazione del marciapiede che unisce il quartiere Ponte dell’Elce con il centro cittadino

di Lucio Matteucci

Fonte: Viterbox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *