L’attrice e presentatrice di origine spagnola nuova testimonial degli stilisti siciliani che lanciano una linea fino alla taglia 54. Rappresentando la star paladina dell’inclusività come un dipinto, perché la bellezza non ha misura

Vanessa Incontrada rappresentata come protagonista di un quadro di Rubens, con i capelli rossi e abiti eleganti e sensuali ad avvolgerne il corpo. La posa è languida, voluttuosa, nelle foto della collezione curvy lanciata da Dolce&Gabbana.

“Sinonimo del barocco, Pieter Paul Rubens è stato un maestro nel trasmettere morbidezza in ogni dettaglio. Ispirato dai suoi dipinti leggendari, questa scena presenta Vanessa Incontrada in un abito Dolce&Gabbana con delicatezza e grazia”, si legge nella didascalia posta a corredo di uno degli scatti.

Vanessa Incontrada musa curvy per Dolce & Gabbana: Come un quadro di Rubens

Gli abiti, con fantasie fiorate e linee morbide, sono adatti a tutti i tipi di fisico, e sono già disponibili sullo store digitale del marchio, che fa così un passo importante verso la body positivity. Anche un marchio tradizionale della moda decide così di fare comunicazione sulle taglie grandi (che già produceva) aiutando in questo a superare molti stereotipi sulla bellezza femminile.

Non è quindi un caso se Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno scelto per rappresentare questa svolta Vanessa Incontrada, il personaggio che più di tutti ha contribuito alla battaglia per l’accettazione del proprio corpo e dei suoi cambiamenti. L’attrice e presentatrice si è trovata ad essere la paladina dell’accettazione suo malgrado, quando in seguito alla gravidanza non ha accettato di dimagrire per rientrare nei canoni di bellezza. Malgrado gli attacchi sul lavoro, Vanessa ha iniziato un lungo percorso di accettazione, prima con se stessa e poi con l’ambiente dello spettacolo.

Vanessa Incontrada musa curvy per Dolce & Gabbana: Come un quadro di Rubens

Il pubblico in questo l’ha sempre sostenuta e, anzi, l’ha amata sempre di più, facendone uno dei volti più popolari del piccolo schermo.
Come dicevamo la bellezza della Incontrada è stata associata da Dolce&Gabbana a un’opera d’arte, e così Vanessa posa come una donna di un dipinto di Rubens, sensualissima e adagiata tra elementi barocchi.

“Dolce&Gabbana ama da sempre la sensualità femminile in tutte le sue forme ed espressioni. – si legge in una nota diffusa dal marchio – La bellezza non è una taglia, ma uno stato dell’anima, l’attitudine e il coraggio che rendono una donna unica. Ampliare le taglie dei capi è un tributo di Dolce&Gabbana alle donne, alle forme del corpo femminile, e alla bellezza nella sua totalità.”

 

Fonte: Repubblica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *