Omicidio nelle campagne di Caccamo, dove i carabinieri hanno trovato in un burrone il corpo senza vita di una ragazza di 17 anni, Roberta Siragusa di Caccamo. A far trovare il cadavere il fidanzato di 19 anni, Pietro Morreale.

Gli investigatori sono arrivati sul posto, in contrada Monte Rotondo (nella zona di Monte San Calogero), dopo la segnalazione proprio del ragazzo. È stato il giovane a presentarsi questa mattina in caserma, introno alle 9,30, con il padre e un avvocato e a condurre i militari sul posto.

Sono intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Sono arrivati anche gli uomini della scientifica per eseguire i rilievi, il medico e legale e il pm di turno della procura di Termini Imerese. Secondo i primi accertamenti, il cadavere sarebbe parzialmente bruciato.

Roberta Siragusa e Pietro Morreale ieri sera si trovavano in una casa nelle campagne di Caccamo assieme ad alcuni amici. Si erano riuniti a trascorrere il sabato sera in compagnia a bere e mangiare tutti insieme pur essendo in zona rossa per l’emergenza Coronavirus. A quanto pare i due avrebbero litigato perché Pietro era morbosamente geloso di Roberta. Intorno alla mezzanotte avrebbero fatto tutti rientro nelle proprie case, tranne Pietro e Roberta. Non si conoscono bene i dettagli delle ore successive.

Tutta ancora da chiarire la dinamica dei fatti. Gli investigatori stanno passando al setaccio tutte le telecamere del paese. A far scattare le ricerche sarebbe stato proprio Morreale che si è presentato dai carabinieri della Stazione di Caccamo assieme al padre e ad un avvocato.

Ascoltati anche diversi testimoni

Nella caserma dei carabinieri dove viene interrogato Pietro Morreale anche una decina di giovani, per lo più coppie, che vengono ascoltati dagli investigatori e dal pm Giacomo Barbara come testimoni. Avrebbero partecipato, insieme ai due fidanzati, alla festa in una villetta nella zona di Monte San Calogero, a poca distanza dal luogo dove è avvenuto il ritrovamento del cadavere di Roberta Siragusa. I testimoni avrebbero parlato di un litigio tra Pietro e Roberta, che si sarebbero allontanati dalla villa intorno a mezzanotte. I carabinieri stanno anche visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza del paese per accertare se Morreale sia andato a rifornirsi di benzina presso un distributore di carburante durante la notte.

 

Fonte: GDS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *