Uno degli inconvenienti maggiormente presente nelle case degli italiani è l’umidità.

Questa può essere causata da molti fattori come problemi alla struttura (infiltrazioni d’acqua), isolamenti mal fatti o altro.  Sta di fatto che questo è un problema che si dovrebbe risolvere sia per salvaguardare la salute sia l’appartamento. Per questo esiste una pianta in grado di assorbire l’umidità e che ha bisogno di poca luce.

Molto spesso si va alla ricerca di una soluzione economica per risolvere il problema dell’umidità in casa senza però ottenere risultati. Chiamare professionisti come muratori e imbianchini è molto costoso, anche se potrebbero risolvere il problema in modo definitivo. L’umidità di risalita deriva da un problema a livello strutturale dell’edificio in quanto si verifica per via delle pareti che assorbono acqua dalle fondamenta.

Con interventi di tipo edilizio si potrebbe risolvere definitivamente questo problema, ad esempio con intercapedini o coibentazioni, ma non tutti hanno questa possibilità. Per questo frequentemente si ricorre a rimedi per eliminare l’umidità in casa meno costosi e efficienti.

Prevenire al meglio muffa e umidità

Come sopra citato esistono alcuni rimedi per contrastare l’umidità nel proprio appartamento, e in questo articolo abbiamo citato i trucchi più efficienti adatti allo scopo. Ma è molto importante prevenire il fenomeno per far sì che non degeneri. Una corretta prevenzione affiancata da un rimedio per eliminare l’umidità può risolvere quasi del tutto il problema.

Molto spesso ci mettiamo del nostro nel far proliferare la muffa in casa. In un appartamento interessato da questo problema bisogna fare molta attenzione a non amplificare il fenomeno con semplici accorgimenti.
Bisogna fare in modo che l’aria in casa circoli il più possibile , specie vicino le pareti umide, adottando provvedimenti come:

  • aprire spesso le finestre;
  • staccare di almeno 8 centimetri mobili e armadi dalle pareti;
  • aprire la finestra del bagno subito dopo aver fatto la doccia;
  • accendere sempre la cappa quando si cucina;
  • non asciugare i panni in casa.

Dopo aver preso questi accorgimenti si può ricorrere ad un rimedio anti umidità in modo che questo sia più efficiente. Vediamo di seguito una pianta molto utile allo scopo, che elimina l’umidità e non ha bisogno di molta luce per sopravvivere.

La Calatea in casa

La Calatea è una pianta da interno sempreverde che appartiene alla famiglia delle marantaceae. Molti italiani nelle loro case già possiedono questa pianta ornamentale, ma solo per un fattore estetico, non perchè ne conoscono l’utilità.
La Calatea è una pianta originaria dell’America tropicale dove l’umidità è a livelli altissimi. Come tutte le altre piante originarie di questa zona, anche questa pianta è geneticamente adattata per vivere in ambienti con queste caratteristiche.

Per questo la Calatea è in grado di assorbire l’umidità, tipica caratteristica delle piante tropicali che favoriscono la vivibilità nel loro ambiente. Posizionate questa pianta nelle camere più umide della vostra casa e otterrete risultati impensabili.
Questa pianta proprio per il fatto che assorbe l’umidità ha bisogno di pochissima acqua per sopravvivere, ovviamente in estate ha bisogno di più acqua in quanto l’aria è meno umida.

Inoltre non necessita di molta luce, sopravvive benissimo anche in ambienti bui per buona parte della giornata. Insomma una pianta che vi chiede poco e vi dà tanto.

Fonte: JedaNews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *