Consegnate finora 480mila dosi. Friuli Venezia Giulia, Bolzano e Lazio al momento hanno la percentuale più alta rispetto alla popolazione.

E’ stato attivato oggi, sul sito di Palazzo Chigi del Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid, il monitoraggio dei vaccini arrivati e delle persone immunizzate regione per regione. Attualmente sono state vaccinate oltre 14mila persone in Italia e sono state consegnate 480mila dosi. Friuli Venezia Giulia, Lazio e provincia autonoma di Bolzano hanno la percentuale più alta di dosi somministrate in rapporto alla popolazione. In valore assoluto, il Lazio è a 2.676 somministrazioni, il Piemonte a 1583 e la Lombardia a 1545. Già emergono comunque le prime discrepanze: secondo l’assessorato alla Salute del Lazio le iniezioni anti-Covid effettuate sarebbero quasi il doppio di quelle che risultano al conteggio nazionale: 4.576.

La fascia di età che ha ricevuto il maggior numero di vaccini è quella 50-59 anni (4.113). Fra i vaccinati, 13mila sono operatori sanitari e poco più di 600 ospiti delle Rsa. In base alle dosi consegnate, al primo posto c’è la Lombardia, con 81mila (ma solo 1.545 somministrate). Seguono la Sicilia con 46.510 dosi consegnate di cui 778 somministrate ed il Lazio con 45.805.

La Germania, che ha iniziato la campagna un giorno prima di noi (il 26 dicembre), è già a 131mila vaccinati. Gli Stati Uniti, sia pur con i loro 2,6 milioni di vaccinati e due prodotti disponibili (Moderna, oltre che Pfizer-BioNTech), avevano programmato di concludere il 2020 con con 20 milioni di vaccinati e sono molto indietro rispetto alla tabella di marcia.

Fonte: La Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *