Nel corso della tradizionale conferenza stampa di fine anno, il premier Conte ha risposto a una domanda di Fanpage sul perché il sistema che divide l’Italia in tre zone (gialla, arancione, rossa), sulla base dei dati del monitoraggio sul Covid, sia entrato in vigore solo il 3 novembre, nonostante fosse stato messo a punto quasi un mese prima.

Il premier ha poi annunciato che lo schema rimarrà in vigore anche nel 2021 e che le attuali restrizioni previste per le varie fasce –  compresa la chiusura totale di cinema, palestre, teatri, etc – verranno confermate dal prossimo Dpcm del 15 gennaio

 

Fonte: Fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *