Quasi 10mila dosi del vaccino di Pfizer-Biontech, provenienti da Bruxelles e destinate al nostro Paese per la vaccinazione simbolica del V-Day europeo di domenica, hanno attraversato la frontiera del Brennero in mattinata. Dovrebbero arrivare a Roma il 26, poi le scatole saranno stoccate e alcune inviate nelle altre regioni

Il vaccino contro il coronavirus è arrivato in Italia: le prime dosi hanno attraversato la frontiera del Brennero in mattinata (LE FOTO). Si tratta di 9.750 sieri di Pfizer-Biontech provenienti da Bruxelles, in Belgio, e destinati al nostro Paese. Ora, scortato dai carabinieri, il furgone con all’interno i vaccini si dirige verso l’ospedale Spallanzani di Roma (AGGIORNAMENTI – SPECIALE).

Vaccini anti-Covid Pfizer Italia
L’arrivo delle prime dosi del vaccino anti-Covid in Italia – ©Ansa

Prime dosi in viaggio verso lo Spallanzani

Le quasi 10mila dosi del vaccino anti-Covid di Pfizer-Biontech – previste per la vaccinazione simbolica del V-Day europeo di domenica – dovrebbero raggiungere lo Spallanzani il 26 mattina. Poi le scatole saranno stoccate e suddivise: alcune andranno all’aeroporto militare di Pratica di Mare per decollare con 5 aerei verso le regioni più lontane; altre, con automezzi sempre militari, raggiungeranno i diversi “sub-hub” nel raggio di 300 chilometri. Il resto dei vaccini verrà usato allo Spallanzani. La vaccinazione di massa dovrebbe iniziare la prossima settimana, quando Pfizer ha garantito altre 450mila dosi. Da valutare, nel frattempo, l’eventuale impatto della variante inglese – e delle festività – sulla curva dei contagi e quindi anche sulla campagna di vaccinazione. Quest’ultima, ha ripetuto più volte il commissario Domenico Arcuri, sarebbe più complicata con una terza ondata in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *