Lutto nel mondo della moda. È morto Giorgio Gucci, nipote di Guccio Gucci, fondatore del noto marchio fiorentino nel 1921. A dar notizia della scomparsa di Gucci è stata la famiglia con una nota inviata alla stampa.

Primogenito di Aldo e Olwen Gucci, Giorgio Gucci faceva parte della terza generazione della famiglia. La nota diffusa dalla famiglia lo ricorda come “uno dei fautori della memorabile espansione della casa di moda fiorentina, amato da tutti come un uomo integerrimo e dallo spirito creativo, sostenitore di una casata che ha portato il vessillo della moda e dello stile Italiano all’estero”. Giorgio Gucci iniziò lavorando a Roma presso il famoso negozio di via Condotti, fondato dal padre che lo ha introdotto alla vita imprenditoriale familiare.

Appassionato di cavalli e arte: “Viaggiatore instancabile e integro padre di famiglia” – I familiari ricordano che tra le sue diverse passioni c’era l’amore per i cavalli, per i quali provava empatia e affetto, li cresceva ed accudiva al Monte Argentario (Grosseto), luogo ove risiedeva durante i mesi estivi. È stato inoltre un grande appassionato di arte, tanto che era impegnato nella ricerca e nella promozione di artisti di ogni genere, con una particolare predisposizione per la pittura. “Da buon collezionista d’arte aveva una sensibilità verso l’effimero che riversava nel gusto artistico delle collezioni Gucci durante gli anni in cui era ai vertici dell’azienda. Lo si ricorda come uomo dalle diverse passioni, viaggiatore instancabile e integro padre di famiglia”, è quanto si legge nella stessa nota diffusa dalla famiglia.

 

 

Fonte: Fanpage

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *