La convivenza tra cane e gatto, nella stessa casa, non è mai facile. Questo però non significa che sia impossibile. Bastano alcuni piccoli accorgimenti per far convivere insieme in maniera pacifica cane e gatto e magari farli anche diventare inseparabili

La convivenza non è facile ma non è vero che sia impossibileCani e gatti, con le dovute accortezze possono vivere serenamente sotto lo stesso tetto. Quindi se siete propensi a prendere un altro cucciolo per fare compagnia al vostro animale domestico non lasciatevi scoraggiare da quello che sentite in giro.

Dal carattere diverso, uno giocoso, l’altro schivo e a volte poco socievole, cane e gatto, come saprete, comunicano con noi in maniera differente: ad esempio se il cane scodinzola vuol dire che è felice, se il gatto agita la coda significa che è agitato e nervoso. Il cane a volte abbaia per attirare l’attenzione del suo padrone, soprattutto se ha voglia di giocare, se il gatto miagola invece forse è meglio prestargli attenzione perché si tratta più di una minaccia che di un invito a trascorrere del tempo insieme.

COME FAR ANDARE D’ACCORDO CANE E GATTO

Nonostante tutto, cane e gatto possono anche diventare degli ottimi alleati, convivere insieme in maniera pacifica fino a diventare inseparabili. Ecco alcuni consigli utili:

  • Innanzitutto, se volete adottarli entrambi nello stesso momento, scegliete due cuccioli. Sono tanti quelli abbandonati nei canili o nelle colonie per gatti che aspettano solo un po’ del vostro affetto. Non forzate la conoscenza tra i due animali domestici ma rispettate i loro tempi cercando però di tenere sotto controllo la situazione. Vedrete che piano piano il cane si abituerà alla presenza del gattino considerandolo prima come un compagno di giochi e poi come un componente della famiglia.
  • Nonostante tutto, può succedere di assistere comunque a scene in cui il cane rincorre il gatto e in cui quest’ultimo gli soffia o lo graffia. Più che di odio reciproco si tratta di piccoli litigi causati magari da screzi legati al cibo o gelosie reciproche.
  • Se invece notate che cane e gatto si rincorrono spesso, per evitare che l’animale rincorso vada incontro a una situazione di stress e la situazione degeneri, chiedete consiglio a un veterinario comportamentalista.
  • In ogni caso, un accorgimento utile è quello di fare sempre in modo che il gatto abbia a disposizione un angolo della casa in cui rifugiarsi, uno spazio solo per lui dove il cane non può raggiungerlo: ad esempio una cesta posizionata su di una mensola.
  • Per evitare eventuali screzi legati al cibo, evitate di somministrare loro i pasti nello stesso momento e soprattutto ponete la ciotola con il paté o le crocchette del gatto a una certa distanza da quella del cane: quest’ultimo adora il cibo per gatti in quanto molto più saporito e salato ma anche potenzialmente nocivo. Cani e gatti devono seguire un’alimentazione diversa, anche perché se il cane mangia spesso le crocchette del gatto finirà per non volere più le sue. Ricordate inoltre che, mentre il gatto mangia più volte nel corso della giornata alternando pasti piccoli e frequenti, il cane invece mangia tutta la sua razione immediatamente. Gratificarli entrambi, nel corso della giornata, con coccole e bocconcini o biscottini adatti a loro, vi permetterà di evitare gelosie e favorire la convivenza in casa.

COME ABITUARE IL CANE AL GATTO

Tutta una serie di accorgimenti che possono rivelarsi utili anche nel caso in cui decidete di adottare un gatto avendo già un cane. Solitamente, bastano alcuni giorni per fare in modo che la situazione si normalizzi, anche perché il gatto in genere impara presto ad aggirare il cane, soprattutto se viene inseguito, e a farsi valere in casa.

 

Fonte: Non Sprecare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *