A smorzare gli entusiasmi sul vaccino anti-Covid-19 non è il popolo dei NOVAX, ma gli studi scientifici non sospettabili di antivaccinismo.

E’ infatti uscito un rapporto della Food and Drug Administration, l’ente statunitense che si occupa di dare l’autorizzazione ai medicinali, in cui si afferma che il vaccino della Pfizer –  BioNTech ha provocato durante la sperimentazione 2 morti.

Inoltre, secondo il documento, quattro persone sottoposte al vaccino hanno riportato la paralisi di Bell, una forma di paralisi facciale risultante da una disfunzione del VII nervo cranico (nervo facciale), che provoca l’incapacità di controllare i muscoli del viso dal lato colpito.

Il documento si legge che la paralisi di Bell si è manifestata in 4 casi su 27.120, una percentuale non elevata, ma che potrebbe portare la FDA ad effettuare un monitoraggio su tutti i casi successivi. Lo studio riporta inoltre che, nel campione dai 16 anni di età, si è riscontrato un 7,4% di dolori muscoloscheletrici ed ai tessuti connettivi ed un 6,2% di disordini al sistema nervoso, tra cui forti mal di testa.

La FDA sta inoltre raccogliendo dati sulle gravidanze che si presenteranno dopo la somministrazione del vaccino, per monitorare gli eventuali effetti del medicinale sui feti delle donne.

Tutte queste attenzioni da parte dell’agenzia americana, seppure spesso siano procedure di ordinaria amministrazione, testimoniano la cautela verso un vaccino di cui non si garantisce una sicurezza al 100%

 

Fonte: Byoblu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *