Il giovane tedesco, figlio dell’ex ferrarista Micheal, vince il campionato mondiale nonostante il 18esimo posto nel Gp del Bahrain. Il prossimo anno correrà in Formula 1 con la Haas

Mick Schumacher, figlio dell’ex ferrarista Michael, vince il Mondiale 2020 di Formula 2. Uno Schumacher torna quindi sul tetto del mondo, dopo che il padre è stato per 7 volte iridato. Nonostante sia arrivato al 18esimo posto nel Gran premio in Bahrain, il giovane tedesco si è laureato comunque campione del mondo festeggiando così il suo passaggio in F1 con la Haas per la prossima stagione. Il figlio d’arte non ha nascosto la propria emozione dopo essere sceso dalla vettura, abbracciando uno per uno tutti i meccanici. “Non ho parole. Solo grazie”, ha detto subito dopo avere tagliato il traguardo. La gara odierna è stata vinta dall’indiano Jehan Daruvala, davanti al britannico Daniel Ticktum e al giapponese Yuki Tsunoda.

Pilota della Ferrari Accademy

Mick, già campione nella Formula 3, dalla prossima stagione riporterà quindi il cognome della leggenda nell’olimpo dell’automobilismo mondiale. Lo farà non solo grazie alla Haas che gli ha liberato un posto, ma soprattutto grazie alla Ferrari che con la sua Accademy lo ha aiutato a crescere in fretta per poter seguire a dovere le orme del campionissimo della scuderia di Maranello. Nato nel comune svizzero di Vufflens-le-Château il 22 marzo del 1999, Mick Schumacher ha iniziato la carriera, come molti piloti, nei kart.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *