Gli agenti hanno fermato il 48enne alle 2 di notte e hanno poi scoperto che mancava da casa da una settimana. Gli è stata anche comminata una multa per la violazione del coprifuoco

Era uscito di casa per smaltire la rabbia dopo l’ennesimo litigio con la moglie. Una passeggiata iniziata a Como e finita a… Fano. Protagonista della singolare vicenda un 48enne, che ha percorso 450 chilometri a piedi. A trovarlo casualmente, alle 2 di notte, dei poliziotti che stavano facendo i controlli su strada per verificare il rispetto del coprifuoco imposto dalle normative anti-Covid. L’uomo, che camminava sul bordo della strada, è stato portato in commissariato, dove si è scoperto che mancava da casa da una settimana. E’ stato anche multato per la violazione del coprifuoco.

Come riporta Il Resto del Carlino, quando i poliziotti l’hanno fermato all’altezza di Gimarra (Fano), il 48enne, residente in provincia di Como, era lucido e ben orientato, ma affaticato ed infreddolito. Una volta in commissariato, ha raccontato la sua “avventura” ai poliziotti.

“Sono venuto a piedi fin qui – ha dichiarato l’uomo -. Non ho usato nessun mezzo. In questi giorni ho mangiato e bevuto perché la gente che ho incontrato lungo il cammino mi ha offerto acqua e cibo. Sto bene. Sono solo un po’ stanco”.

Mentre l’uomo camminava, la moglie era andata in questura a Como a denunciarne la scomparsa. Avvisata dagli agenti, la donna si è recata a Fano per recuperare il marito.

 

Fonte: TGCom24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *