Il servizio finora affidato ad Ama che cubava all’incirca 2 milioni di euro per la pulizia delle strade e il taglio dell’erba dal 31 dicembre dovrà essere affidato ai privati.

L’azienda municipalizzata mantiene il solo servizio di rimozione delle foglie.

I cittadini romani si ritroveranno, non solo a non avere alcun sconto sulla tari, ma addirittura a pagare di più, in quanto, i servizi di appalto sono considerati, dal tavolo tecnico firmato l’11 novembre, come spese extra.

Il coordinatore Romano Massimo Pezzella del partito Cambiamo con Toti insieme al consigliere regionale Adriano Palozzi responsabile nazionale nell’organizzazione di Cambiamo con Toti sollecitano il comune di Roma e la stessa Ama a chiarire la questione per cercare di non aggravare ulteriormente le “tasche” dei romani che già in fatto di Tari pagano tariffe tra le più alte d’Italia, su servizi che fino ad oggi sono stati svolti in maniera inadeguata.

Altro problema che attanaglia la maggior parte dei municipi riguarda l’assenza di risorse e di personale per svolgere il lavoro sia nel centro storico che nella periferia romana.

L’inverno è alle porte ma le strade sono comunque ricoperte di erbacce foglie che provocheranno intasamenti e otturazioni causati dall’acqua piovana.

La responsabile della comunicazione regione Lazio e Roma

Cambiamo con Toti comunicazione reg. Lazio e Roma

Tursi Maria Grazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *