Sai spiegare la differenza tra l’agente immobiliare e un consulente immobiliare professionista? Solitamente i due termini sono usati per designare la stessa funzione, ma ci sono alcune differenze di base.

Per aiutarti a capire esattamente di cosa si occupano queste due figure, in questo articolo spiegheremo il lavoro di questi professionisti. Leggi fino alla fine per scoprire se vuoi diventare un agente o un consulente immobiliare!

Il lavoro dell’agente immobiliare

L’agente immobiliare è la figura che cerca gli immobili e le persone interessate ad acquistarli.

Ci sono molte opportunità di business in città, ma è impossibile per chi è fuori dal mercato immobiliare trovarle. Questa è una delle missioni di questo professionista.

Inoltre, l’acquisto di una casa, di un terreno o di un appartamento richiede che vengano rispettati alcuni requisiti burocratici.

L’agente immobiliare consiglia ai suoi clienti delle misure da adottare per l’emissione di certificati, il pagamento delle tasse, ecc. Pertanto, questa figura deve conoscere bene la legislazione nazionale in materia immobiliare e la legislazione della città in cui opera.

Fa parte del lavoro dell’agente saper spiegare al visitatore i dettagli di un immobile, fargli percepire le particolarità e creare in lui la necessità d’acquisto. Ecco perché questo professionista deve saper perfettamente cosa vende, dato che il cliente farà domande. Se la sua argomentazione non fosse soddisfacente, l’affare potrebbe non essere concretizzato.

Infine, possiamo includere nell’elenco delle sue attività, la capacità di capire le esigenze di ogni cliente, in modo che si offra a quella persona ciò di cui ha realmente bisogno. Rendere un acquirente deluso da una visita è una situazione da evitare assolutamente!

Il lavoro del consulente immobiliare

Di solito colleghiamo l’acquisto di un’immobile alla realizzazione del sogno di avere una casa propria, non è vero? Tuttavia, comprare una proprietà è anche un investimento finanziario!

Così come ci sono specialisti in azioni, in fondi di pensione o altro, ci sono anche professionisti specializzati nel mercato immobiliare come investimento. Sono i consulenti immobiliari.

Un consulente immobiliare dovrebbe avere l’esperienza dell’agente immobiliare: deve star attento a qualsiasi fattore che potrebbe impattare il mercato, come i cambi del tasso d’interesse, l’aumento del dollaro, cambiamenti politici, investimenti edili di grande portata ecc.

Il consulente deve essere ben informato e deve essere in grado di interpretare questi dati, generando un’analisi, poiché guiderà gli acquirenti su ciò che dovrebbero fare per fare il miglior investimento, ad un prezzo giusto.

Il consulente immobiliare deve capire e valutare correttamente un immobile

Sono molti i fattori che fanno la differenza quando si parla di prezzo: l’architettura di un immobile, il suo progetto di interior design, gli arredi, la posizione…Tutti punti che contribuiscono a far sì che un acquisto diventi un buon investimento finanziario.

 

Il consulente immobiliare dovrebbe comprendere questi aspetti, poiché possono passare inosservati all’acquirente. È compito di questo professionista avvertirlo dei rischi e delle opportunità che il cliente non ha percepito.

Ricordiamo che ci sono molti tipi di clienti che investono nel mercato immobiliare, dalle grandi aziende che acquistano terreni o dai costruttori che acquistano piccole case per la costruzione di nuovi modelli immobiliari. Spetta al consulente essere consapevole delle opportunità che la città offre.

Possiamo dire che la sua visione è molto più completa ed esterna rispetto a quanto richiesto ad un agente immobiliare. Anche le competenze richieste per questo tipo di professionisti sono molto più legate alla parte strategica e logica, perché il suo focus principale è la consulenza per le imprese di costruzione, per gli agenti immobiliari, per i broker e i clienti.

Pertanto, il consulente immobiliare deve saper fare previsioni a medio e lungo termine in modo che le sue diagnosi possano guidare al meglio i suoi clienti.

Conclusione

Tra i compiti di un agente immobiliare troviamo:

  • Essere attenti e aggiornati sul mercato immobiliare;
  • Cercare immobili e potenziali compratori;
  • Raccogliere informazioni pertinenti all’acquisizione, alla vendita, al leasing, al finanziamento, ecc.
  • Capire le esigenze del target di riferimento e proporre soluzioni adatte;
  • Accordare i prezzi e le condizioni della transazione;
  • Avere capacità di negoziazione;
  • Lavorare con etica e proattività;
  • Portare i clienti a vedere le proprietà e fornire tutte le informazioni riguardanti;
  • Conoscere bene tutta la trafila burocratica per completare una vendita;
  • Controllare e convalidare i documenti dell’immobile e del venditore e trasmettere le informazioni all’acquirente;
  • Fare tutta la parte di mediazione dell’atto di compravendita;

Invece i requisiti per un consulente immobiliare professionista sono:

  • Saper identificare e valorizzare le opportunità;
  • Capacità di riconoscere un potenziale cliente e di identificare la proprietà giusta per lui/lei;
  • Conoscere bene il mercato di attività;
  • Analizzare le statistiche che possono interferire nel processo di decisione e di acquisto della regione;
  • Capacità di vendita e di negoziazione;
  • Generare report di autorità per l’acquirente;
  • Competenze analitiche e visione strategica del mercato immobiliare;
  • Preoccuparsi di soddisfare le esigenze dei clienti;
  • Fornire dei dati accurati per un miglior rapporto qualità/prezzo;

A differenza dell’agente immobiliare, il consulente immobiliare deve già essere un buon venditore, tra le altre caratteristiche.

Questo perché il consulente offre un servizio più ampio, agendo nella prospezione e nell’analisi degli immobili per il cliente. Questo professionista ha bisogno di conoscenze nel campo dell’architettura, dell’ingegneria, della decorazione e di concetti più estetici legati al settore immobiliare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *