Straordinaria storia di solidarietà a Petrosino, un piccolo Comune del Trapanese. Il sindaco Gaspare Giacalone, per aiutare un amico positivo al virus, sʼimprovvisa pastore e porta il gregge al pascolo

“Mi trovate tra pecore, agnellini e caprette perché Antonio, il pastore, mi ha chiamato disperato per loro”. Ha appena saputo di essere risultato contagiato con la sua intera famiglia e non riesce a trovare nessuno che possa accudire al suo gregge. Sono corso subito all’ovile“. E’ quanto scrive, in un post sul suo profilo fb, il sindaco di Petrosino (Tp), Gaspare Giacalone, che pubblica anche una sua foto accanto al gregge rimasto senza un pastore.

La straordinaria storia di solidarietà arriva da un piccolo centro agricolo del Trapanese. L’allevatore di Petrosino che ha scoperto di aver contratto il covid, disperato per i suoi animali senza più una guida, ha afferrato il telefono e si è rivolto al sindaco. Il primo cittadino non ci ha pensato su due volte: è corso dall’amico e si è impersonato pastore, portando lui le pecore e agnelli al pascolo

Il racconto del sindaco – “Il mio amico Antonio – racconta il sindaco siciliano – è rimasto a casa mentre telefonicamente provo a dargli un po’ di conforto e una mano per trovare una soluzione. Antonio ama il suo lavoro, è tutta la sua vita e con un nodo alla gola mi ripete che queste creature non possono essere abbandonate“. “Il covid è anche questo, – prosegue – colpisce direttamente e indirettamente chi non c’entra niente. Mentre io non ho mai pensato che fare il sindaco fosse tutto onore e gloria. E’ mettere i piedi nella terra bagnata di sudore, dove c’è lavoro e sacrificio. Dove c’è sofferenza e bisogno. Oggi mi sento un po’ più sindaco”.

Chi è il sindaco “pastore” – Gaspare Giacalone ha 52 anni, una laurea in Scienze Economiche e Statistiche a Palermo e un master in Business administration. Da sempre è impegnato nel sociale, dicono i suoi concittadini e prima di far ritorno al suo paese, dove è stato eletto sindaco, per ben 13anni ha lavorato a Londra come funzionario alla Bers (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo) ed è tra i fondatori del circolo “Radio Londra” punto di riferimento per tanti giovani italiani emigrati a Londra. Lo scorso febbraio, un altro attestato di stima: Nicola Zingaretti lo ha chiamato a far parte della direzione nazionale del Pd. Insomma, il “sindaco pastore” non si tira mai indietro, da vero leader: dalla guida del Comune, alla guida di un partito o, più semplicemente – come sottolinea lui – alla guida di un gregge.

Fonte: https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/trapani-il-pastore-positivo-al-covid-arriva-il-sindaco-e-bada-lui-al-gregge_25450597-202002a.shtml

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *