Spot, il cane robot di Boston Dynamics ha completato in autonomia la mappatura della radioattività nella zona più vicina al reattore nucleare di Chernobyl.

Spot, il cane robot di Boston Dynamics, è stato recentemente utilizzato per rilevare i livelli di radioattività nella zona attorno alla centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina. Accompagnato da una batteria di droni equipaggiati con sensori di radioattività, Spot ha esplorato la Foresta Rossanella Zona di Esclusioneinterdetta alle personedove, a tanti anni dai tragici fatti del 1986, i livelli di contaminazione radioattiva sono ancora molto alti.

Spot si è mosso autonomamente su terreni di vario tipo, consentendo così agli scienziati dell’università di Bristol di scattare foto 3D delle aree esplorate e realizzare una mappa dettagliata dei livelli di radioattività, e anche di scoprire aree con picchi di radiazioni mai rilevati prima.

DOVE L’UOMO NON ARRIVA. L’intera zona è ancora disseminata di macchinari e rottami, resti altamente contaminati delle attrezzature utilizzate nei primissimi momenti successivi al disastro e poi abbandonati dai lavoratori della centrale e dal personale addetto ai soccorsi. Spot, robot-dog progettato per usi militari ma adeguato anche a impieghi civili, è perfetto per questo tipo di missioni: si muove su qualunque terreno, sale e scende dalle scale, si alza da solo quando cade edotato di un braccio meccanico estensibileè anche in grado di aprire le porte.

Il video qui sotto, in russo con sottotitoli in inglese, mostra Spot in azione a Chernobyl.

di Rebecca Mantovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *