Questo è un piano interessante, delineato da una startup canadese. L’idea è quella di sfruttare la mobilità di questi dispositivi per spargere semi di pini, abeti e altre specie vegetali, per rimboschire il pianeta.

Come possiamo rimboscare il pianeta? È sicuramente una domanda che molti di noi si sono posti. Ora, sembra che useranno la tecnologia per questo, poiché saranno i droni a piantare un miliardo di alberi . Entro quando dovrebbe essere raggiunto un simile obiettivo? L’ideale è raggiungere questo obiettivo entro il 2028, che è una data recente (meno di un decennio).

È una buona opzione? Certamente! Vale la pena dire che questi dispositivi volanti sono facili da usare. Allo stesso modo, riescono a trasportare piccoli pacchetti in cui i semi possono stare . In tal caso, possono fare diversi viaggi spargendo tali semi.

Qual’è la start-up che propone questo tipo di riforestazione?

Si chiama Flash Forest e ha sede in Canada . Il suo primo passo è affrontare la situazione di una foresta a nord di Toronto, devastata da un incendio. Come primo passo, si prevede che lasceranno cadere 40.000 semi.

Come indica il nome, Flash Forest ha detto che il rimboschimento elettronico. Inoltre, fai questa attività ad alta velocità! L’idea è quella di poter recuperare gli spazi delle piante in breve tempo . Anche essere più veloce della capacità di deforestare.

Non c’è dubbio che sia un’iniziativa lodevole. Inoltre, combina la possibilità di nuove tecnologie con scopi ecologici . Prevede anche la partecipazione di varie entità che possono donare i semi necessari.

Cosa ci vuole per piantare un albero?

Ad essere onesti, è un lavoro un po ‘macchinoso. È necessario caricare sacchi e pale . Allo stesso modo, attraversando aree geografiche complicate: foreste, montagne, giungle e altri ecosistemi di circolazione degli edifici.

Tieni presente che gli incendi boschivi si diffondono ad ogni latitudine. Questo rende il rimboschimento complesso se fatto in modo tradizionale. Tuttavia, con l’aiuto dei droni si prevede di accelerare questo processo.

Quali sono i vantaggi di usare i droni per la riforestazione delle aree verdi?

La verità è che stanno promettendo dispositivi per questa attività. Prima di tutto, perché possono fare questo lavoro 20 volte più velocemente . Inoltre, da un punto di vista monetario sono 10 volte più economici dell’assunzione di manodopera.

Come fare rimboschimento con i droni: questa start up canadese apre prospettive nuove

Forse l’ unico dettaglio è il numero di semi . Ogni drone deve lanciare molti semi dall’aria in modo che una percentuale significativa possa attecchire. Fatta eccezione per questo dettaglio, sono dispositivi ideali per il recupero di spazi verdi.

I droni sono già stati utilizzati per questo scopo?

Sì, ad esempio, in Asia i droni vengono utilizzati per recuperare ettari di foreste . Allo stesso modo, la creatività ha possibile utilizzare questi dispositivi per altri scopi .

Questo è il caso della progettazione di droni per trasportare medicinali in luoghi remoti . Inoltre, per trasportare vari oggetti da un posto all’altro. Tenendo sempre presente che la capacità di carico di questi dispositivi di volo non è molto pesante. Quali altre cose si possono fare con queste squadre? Succede che siano ancora dispositivi inventati di recente, quindi in futuro la loro versatilità potrebbe sorprenderci. Speriamo in un futuro dove la tecnologia è al servizio dell’uomo e non diventa un mezzo fine a se stesso di speculazione economica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *