Il ritrovamento è avvenuto nellʼatrio di un cortile condominiale. La 17enne aveva nascosto la gravidanza ai genitori: “Avevo paura, sono disperata”, ha detto

Un neonato, con il cordone ombelicale ancora attaccato al corpo, è stato trovato con il cranio fracassato nell’atrio di un cortile condominiale a Trapani. Identificata la madre, una ragazzina minorenne, che lo ha gettato dalla finestra dopo il parto. Poche ore prima sempre in Sicilia, a Ragusa, era stato trovato per caso da un passante un altro neonato, questa volta ancora in vita, in un contenitore dei rifiuti.

La madre: “Avevo paura” – “Avevo paura di dire ai miei genitori che ero incinta. Temevo la loro reazione. Sono disperata”, le parole pronunciate dalla 17enne secondo quanto riferito da Adnkronos. La giovane, che è stata portata per accertamenti nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani, è riuscita a nascondere la gravidanza ai genitori, che non si sarebbero accorti di nulla.

Il neonato lanciato dalla finestra – La madre del neonato, identificata dalla polizia, è una ragazza di 17 anni che potrebbe abitare nello stesso stabile in cui è avvenuto il ritrovamento (da parte di un abitante del complesso residenziale). Sul luogo ha effettuato rilevamenti anche la polizia Scientifica.

Fonte: https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/trapani-neonato-con-cranio-fracassato-trovato-in-un-sacchetto_25139002-202002a.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *