Tre donne allo specchio per un’antologia di poesie appena uscita.

E non poteva che essere per beneficenza.

Tre donne (una psicologa avvocato penalista, esperta in criminologia investigativa, giuridica e psicodiagnostica; una docente, esperta in strategie testuali e didattica delle emozioni, che insegna da più di trent’anni; un avvocato penalista, membro del comitato pari opportunità nel foro di Torino, esperta in materia di tutela delle parti civili e diritto penale nonchè di responsabilità medica, violenza e maltrattamenti, sempre in prima linea nella difesa dei diritti della persona) fanno un viaggio nel mondo femminile e nelle emozioni.

Per la collana editoriale Tocco di penna, fondata e diretta da Roberto Boiardi, “Specchio specchio delle mie brame” . Herald Editore. Online e nelle migliori librerie.

Si legge nella prefazione:

“Volete ascoltare l’universo? Cercate in una goccia. In una goccia operano le medesime particelle, le medesime forze che piegano l’universo. Perché versare la lingua sulla pagina quando una parola basta ad agitare i sensi ? La poesia di Francesca Arpino, Anna Maria Stefanini e Caterina Biafora applica la lingua all’arte del levare di Michelangelo; ne scalpella l’essenza, ne rompe l’unità per liberare le forze trattenute nella parola. Jack Kerouac scriveva sul rullo continuo di carta per non interrompere il flusso della coscienza. Francesca, Anna Maria e Caterina potrebbero scrivere sul rullino di una calcolatrice tascabile. La configurazione bidimensionale cartesiana cede all’asse verticale; l’ esperimento poetico delle autrici prevede il superamento del rigo, la lettura, non è che è un flusso accelerato di parole dove l’elemento surroga il tutto. Le stalattiti poetiche di Francesca, Anna Maria e Caterina hanno una funzione liberatrice: il tutto e il dettaglio sono alla minima distanza.”

Il libro è dedicato a Lidia Poet, prima donna italiana ad essere iscritta a un ordine degli avvocati in Italia. Le autrici: Francesca Arpino, dopo un passato come avvocato penalista si iscrive all’albo degli psicologi. Anna Maria Stefanini docente da oltre 30 anni, corrispondente commerciale in lingua inglese e animatrice socio- pedagogica. Caterina Biafora avvocato penalista patrocinante in Corte di Cassazione ed altre giurisdizioni superiori, membro del comitato i pari opportunità nel foro di Torino, esperta in materia di tutela delle parti civili e diritto penale responsabilità medica violenza e maltrattamenti, sempre in prima linea nella difesa dei diritti della persona.

“Specchio specchio delle mie brame…” questa frase ci rievoca l’immaginario fiabesco ove la matrigna di Biancaneve, in un momento insicurezza, chiedeva conferme sulla sua bellezza. Quanti interrogativi e desideri si celano all’interno di noi stessi? Quante volte le donne, nella mitologia, nella fiaba, così come nella realtà, si sono messe davanti a uno specchio scoprendo che le loro fragilità erano celate da falsa apparenze, forse molto di più di ciò che crediamo.
Dietro a molti specchi si riflettono, infatti, turbamenti, aspettative, brame speranze, rimpianti, vizi e virtù. Le autrici del libro, con queste poesie e aforismi, fanno un viaggio nel mondo femminile nel loro emotivo, nelle loro paure, nei loro cuori per far scoprire la vera anima proprio attraverso lo specchio e i suoi riflessi. Questo potente oggetto della nostra fanciullezza potrà essere ancora magico se le donne lo useranno per guardare oltre all’immagine estetica per identificare. Immagini interiori per apprezzare la loro intima femminilità per riconoscere la loro unicità, vulnerabilità, per avere il coraggio di accettare e valorizzare i propri difetti. Solo così potranno difendersi dalle catastrofi che le emozioni, la seduzione, la violenza potrebbero innescare. Solo così potranno intraprendere quel cammino che le rende sempre più forti e più donne. I proventi derivanti dalla vendita della presente pubblicazione saranno destinati a finanziare progetti riguardanti la prevenzione, l’accoglienza e il sostegno alle donne vittime di violenza maschile proposti da enti associazioni che intervengono nell’azione di contrasto alla violenza genere e giudicati meritevoli dalle autrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *