Ventisei esemplari di diavolo della Tasmania sono stati reintrodotti in Australia in natura per riequilibrare ecosistema

Estinti più di 3000 anni fa, undici diavoli della Tasmania sono stati reintrodotti nell’Australia continentale per aiutare a riequilibrare l’ecosistema presente,

spesso infatti quando una specie si estingue o lascia una determinata zona in cui viveva, si creano degli squilibri tra predatori e prede, tra natura e animali nello stesso ecosistema,

questi marsupiali pesano circa 8 kg e di solito mangiano carcasse, anche se possono predare anche animali di dimensioni più grandi e a livello cinematografico sono gli animali a cui la Warner Bros si è ispirata per Taz, il famosissimo personaggio dei Looney Tunes

storicamente si sono estinti sulla terraferma dopo l’arrivo dei dingo, una specie di piccolo lupo che in poco tempo li ha sterminati, sono sopravvissuti solo nell’isola Tasmania a largo delle coste australiane.

Successivamente gli esemplari rimasti furono quasi totalmente sterminati da una forma contagiosa si cancro facciale, che ha ucciso circa il 90% della popolazione di questa specie. Da qui lo sforzo per salvare i ‘diavoli’ dall’estinzione e reinserirlo nel loro habitat naturale,

così la ong australiana Aussie Ark ha rilasciato 11 esemplari dei marsupiali, carnivori, nel Nuovo Galles del Sud, tre ore di macchina a nord di Sydney, in un santuario della fauna selvatica,

la liberazione in natura di una specie che popolava quelle zone più di 3000 anni fa e che si è estinta, avrà delle conseguenza estremamente positive sull’ecosistema locale, secondo il presidente di Aussie Ark, Tim Faulkner, infatti:

“Tra 100 anni, guarderemo indietro a questo giorno come il giorno che ha messo in moto il ripristino ecologico di un intero Paese. Non solo abbiamo reintrodotto uno dei animali australiani più amati, ma si tratta di un animale che modificherà l’intero ambiente circostante, ripristinando e riequilibrando la nostra ecologia forestale dopo secoli di devastazione da parte di volpi e gatti selvatici importati e altri predatori invasivi”

questo è un progetto al quale l’associazione Aussie Ark ha lavorato per 16 anni. poco prima del reinserimento di questi 11 esemplari ne erano stati liberati altri 15: sono quindi 26 i diavoli della Tasmania che ora vivono nell’Australia continentale.

Un piano di introduzione di animali simile a questo è stato messo in atto nel parco di Yellowstone negli anni ’90 che ha reintrodotto i lupi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *