Stangata IMU in arrivo? Chi colpirà? Il disegno di legge sulla rigenerazione urbana mira a triplicare la tassa dovuta sui negozi sfitti.

L’incremento dell’IMU per i locali commerciali non utilizzati ha lo scopo di evitare lo spopolamento di centri urbani e storici, oltre che contrastare il degrado urbanistico edilizio e sociale.

La misura si inserisce in un contesto economico piuttosto incerto e ha scatenato una forte polemica da parte dei proprietari di locali commerciali che si trovano a dover fare i conti con locali commerciali sfitti a seguito della crisi innescata dalla pandemia.

Per Confedilizia si tratta di una stangata per i proprietari di locali commerciali sfitti.

“In Parlamento c’è chi pensa che la strada per contrastare la crisi dei locali commerciali sia quella di triplicare l’IMU ai proprietari degli immobili, “colpevoli” di non trovare inquilini disponibili ad utilizzare i locali […]”,

sottolinea Giorgio Spaziani Testa, il Presidente di Confedilizia.

Stangata IMU in arrivo: la scelta spetta ai Comuni

Dato che i Comuni sono chiamati a censire ogni anno gli immobili commerciali ed artigiani in centri urbani e storici non utilizzati da più di 12 mesi, c’è il rischio che venga modificata in aumento l’aliquota dell’IMU, fino a 3 volte.

La stangata IMU verrebbe meno solo nel caso di stipula di un contratto d’affitto o uso gratuito pari almeno a tre anni ed in caso di riutilizzo temporaneo dell’immobile.

Inoltre, sarebbero previsti anche degli incentivi fiscali: una detrazione Irpef del 50% sul prezzo d’acquisto di immobili a destinazione residenziale, aventi classe energetica di tipo A o B, cedute da imprese.

Stangata IMU: l’intervento di Marietta Tidei

Marietta Tidei, Presidente della commissione Attività produttive e Sviluppo economico del Consiglio regionale del Lazio, ha sottolineato di sostenere la linea della Senatrice Conzatti sulla necessità che il Pd ritiri la norma del disegno di legge sul decoro urbano che potrebbe cagionare la triplicazione dell’IMU

Nuova IMU 2020: quanto si paga?

La nuova IMU 2020 prevede l’applicazione di un’aliquota base dell’8,6 per mille ma non sono previsti risparmi per i contribuenti.

Nuova IMU: chi sono i soggetti esentati dal pagamento?

Sono esentati dal pagamento dell’IMU chi detiene un solo immobile adibito ad abitazione principale (categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7).

Sono esentati dal pagamento anche le pertinenze appartenenti alle categorie catastali C/2, C/6 e C/7.

Fonte: https://www.investireoggi.it/fisco/stangata-imu-per-quali-immobili/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *