Ottobre è il mese della melagrana.
Indimenticabili i versi del Carducci, dedicati al figlio, in cui si ricordano i meravigliosi fiori vermigli del melograno.

“L’albero a cui tendevi
La pargoletta mano,
Il verde melograno
Da’ bei vermigli fior
Nel muto orto solingo
Rinverdí tutto or ora
E giugno lo ristora
Di luce e di calor.”[…].

I grani del frutto sono molto succosi, hanno un sapore asprigno e si possono trasformare in una gradevole bevanda antiossidante con l’ausilio di una centrifuga. Ricca di vitamine (A, C e del gruppo B) e di minerali (potassio e fosforo), la melagrana rinforza il sistema immunitario: per questo è auspicabile gustarne addirittura un paio al giorno in questo periodo, (fra ottobre e novembre), perché i suoi principi attivi ci preparano ad affrontare i malanni da freddo con un’azione simile a quella di un vaccino.

Da poco tempo si è scoperto che la melagrana, grazie alla massiccia presenza di antiossidanti e fitoestrogeni, ha un’azione riequilibrante sul sistema ormonale ed una immunostimolante, con valenze specifiche nella donna e nell’uomo. Studi recenti hanno confermato la funzione regolatrice della melagrana sugli sbalzi d’umore e sul rafforzamento delle ossa. In caso di tumore della prostata, il succo di melagrana agirebbe addirittura da scudo contro le cellule cancerogene: lo rivela uno studio dell’Università del Wisconsin, negli Stati Uniti.

La melagrana depura il sangue.

La principale proprietà della melagrana riguarda l’azione su cuore e arterie: grazie al consistente contenuto in flavonoidi è un alimento perfetto per preservare l’elasticità dei vasi sanguigni e prevenire le malattie cardiovascolari. Per un’azione specifica sull’apparato cardiocircolatorio è consigliabile l’utilizzo del succo biologico già pronto, reperibile nei migliori negozi di alimentazione naturale e nelle erboristerie. È un celebre frutto portafortuna.

La mitologia greca narra che il melograno sia una pianta sacra per Giunone e per Venere. Le spose romane usavano anche intrecciare tra i capelli rami di melograno, come simbolo di fertilità e ricchezza. In India si crede che il succo di questo frutto combatta la sterilità; mentre in Dalmazia, la tradizione vuole che lo sposo trasferisca nel suo giardino una pianta di melograno presa dal giardino del suocero. Insomma, il melograno è un frutto che ha fatto la storia e che tutt’oggi nelle nostre tavole non manca mai.

Tipica idea regalo per augurare tanta fortuna, questo frutto ha dei gustosi “grani” rossi che in cucina possono essere impiegati in numerosi modi: il loro succo ha un sapore molto dolce, ideale per preparare confetture e per condire anche risotti, primi piatti e insalate.

Proverbio: “Ho copiato un’aurora per dipingere le guance,
ho rubato riflessi di smeraldi per copiare i tuoi occhi.
Ho usato il corallo più vivo per le tue rosse labbra.
Dei melograni per la tua pelle profumata e fresca” (Alice Capacci)

Idee per stupire: arricchite il vostro cocktail a base di spumante e sciroppo di fragola con il succo di melograna. Stupite i vostri invitati con un ingrediente segreto e non svelatelo a nessuno. Sarà il vostro asso nella manica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *