Contagi a quota tremila, come in aprile. Aumentano anche le vittime a causa del Coronavirus

I morti salgono a 27 e non era andata mai così male da luglio. Eccoci, ci risiamo. Il picco di contagi di domenica 4 ottobre ci riporta a fine aprile. Quando eravamo a tutti a casa, in pieno lockdown. Con l’aumentare dei casi e con l’impennata della curva oltre alle mascherine obbligatorie all’aperto e il coprifuoco per bar e ristoranti, vedremo di nuovo l’esercito in strada a impedire assembramenti da movida. La battaglia sta per ricominciare, o comunque non è mai finita.

Dopo il Lazio, scatta l’obbligo di mascherina all’aperto anche in Puglia e nelle Marche. A prendere questa decisione anche alcuni piccoli Comuni sparsi in tutta Italia con multe da 400 a 3mila euro per chi non si adegua. Il presidente della Repubblica Matterella: “Non posso tacere la preoccupazione per l’aumento del ritmo del contagio della pandemia e il dolore per le vittime che giorno per giorno vediamo registrare”.

La forza crescente del virus ha spinto il Viminale a autorizzare i prefetti a mettere in campo l’esercito per tenere a bada la movida impedendo assembramenti: in “specifici quadranti territoriali e in determinate fasce orarie, in cui risulti maggiore il rischio di assembramenti”, potranno affiancare le polizie locali “con l’eventuale ausilio del personale militare appartenente al dispositivo Strade Sicure”. Ricollocando dunque i militari sulla nuova emergenza, senza aumentare il contingente usato per scopi civili.

Infatti, come scritto precedentemente, mentre si agisce nell’immediato per arginare l’epidemia, sul tavolo del presidente del Consiglio c’è la bozza del nuovo decreto che potrebbe estendere a tutto il Paese l’obbligo di mascherina all’aperto.

Se il famigerato indice “Rt” sui contagi non tornerà sotto controllo, potrebbero essere autorizzate chiusure anticipate serali per i locali pubblici come bar, pub e ristoranti, e l’eventuale chiusura per barbieri e parrucchieri: secondo le anticipazioni il Dpcm, che sarà varato mercoledì 7, lascerà alle singole Regioni la possibilità di misure restrittive locali nelle zone in cui il virus dovesse colpire più duramente.

 

Fonte: https://www.investireoggi.it/news/viminale-esercito-in-strada-per-effettuare-controlli-serrati/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *