Nelle campagne di Vigone un cane, di circa due anni, è stato ucciso con un’arma da fuoco. Il fatto è accaduto in zona Santa Maria, sulle rive del Pellice. Qualcuno ha sparato al povero animale con un fucile, dopo averlo legato ad un albero. A terra è stato trovato un bossolo calibro 12. Sul posto sono intervenute le Giacche verdi e i carabinieri.

“Ieri pomeriggio – questo ilracconto della donna  che ha trovato un cane ucciso con un colpo d’arma da fuoco– stavo facendo una passeggiata con il mio cane nei pressi del greto del torrente Pellice, quando si è messo ad abbaiare insistentemente. Mi sono avvicinata ed ho visto un cane morto”

Solo questa mattina la  donna ha trovato la forza di informare i carabinieri dopo aver trascorso la notte a ripensare alla scena, nonostante l’invito “a farsi i fatti suoi” fatto da una persona con la quale si era confidata.

Sul posto, in via Santa Maria, nel comune di Vigone,  sono giunti i carabinieri, le Giacche Verdi e il servizio veterinario dell’ASL. Il cane, meticcio, media taglia, di poco più di un anno e non denutrito, era privo di microchip e, secondo una prima ricostruzione dei fatti, potrebbe essere stato prima legato a una pianta poi ucciso con un colpo di fucile e, successivamente,  gettato tra i cespugli. A terra è stato trovato un bossolo calibro 12.

Adesso si attende l’esito dell’autopsia.

Fonte: https://www.lastampa.it/topnews/edizioni-locali/torino/2020/09/28/news/vigone-lega-il-cane-a-un-albero-e-gli-spara-1.39359535

One thought on “Vigone, lega il cane a un albero e gli spara”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *