“Alla Terra restano sette anni di vita”: a New York arriva Climate Clock, il conto alla rovescia per la catastrofe climatica.

Ecco quando il mondo finirà. Non è una profezia in stile Donnie Darko – il film di Richard Kelly dove il coniglio antropomorfo Frank profetizzava l’Apocalisse in poco più di 28 giorni – ma l’installazione Climate Clock, comparsa sulla parete del grattacielo Metronome a Union Square, New York.

A Manhattan, nel cuore di New York, è partito il Climate Clock, un conto alla rovescia per la fine del mondo, il collasso della Terra sembra essere ormai imminente, poco meno di otto anni a disposizione per fermare i cambiamenti climatici.

Cosa succede se oltrepassiamo questo limite?

Si arriva al punto di non ritorno ed ecco perché a Manhattan è stato installato un Climate Clock, un countdown che serve a ricordarci quando la Terra arriverà al collasso.

Il tempo segnato è pari a poco più di 7 anni e 100 giorni: se continuiamo così, l’emergenza climatica arriverà al culmine a gennaio 2028, una stima calcolata in base ai più recenti studi condotti dall’ONU.

Il Climate Clock è stato inaugurato lo scorso sabato a Union Squadre, in occasione della Climate Week, e sarà visibile fino al 27 settembre. Sul sito ufficiale del countdown si legge: “L’umanità ha il potere di aggiungere tempo all’orologio ma solo se lavoriamo collettivamente e misuriamo i nostri progressi rispetto a obiettivi definiti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *