Il generale Enzo Stefanini è nato a Rieti il 22 aprile 1952. Ha frequentato il 154° corso della Accademia militare di Modena nel biennio 1972-74 e la Scuola di applicazione di Torino nel biennio successivo.

Nel 1976, al termine dei corsi di formazione, è stato nominato tenente di artiglieria. E’ laureato in Scienze Strategiche presso l’Università di Torino.

Ha frequentato il 13° corso piloti presso l’Aeronautica militare e successivamente presso il Centro aviazione dell’Esercito a Viterbo; brevettato pilota osservatore, ha prestato servizio dal 1982 al 1990 nel 51° gruppo squadroni elicotteri del 1° reggimento Antares e successivamente presso il Centro aviazione dell’Esercito come pilota istruttore di volo e di specialità.

Ha frequentato il 111° corso di stato maggiore e superiore di stato maggiore della Scuola di guerra di Civitavecchia. Come ufficiale di stato maggiore, ha prestato servizio a Roma presso lo SME dove, nell’ambito dell’ufficio impiego del personale, ha ricoperto gli incarichi di ufficiale addetto, capo sezione e per oltre quattro anni quello di capo ufficio.

Ha comandato il 19° gruppo artiglieria Rialto a Maniago (Pordenone) dal 1992 al 1993 e il 7° reggimento elicotteri d’attacco Vega a Casarsa (Pordenone) dal 1996 al 1997, partecipando con quest’ultima unità alla operazione Alba e rischierando il reggimento sulle basi di Brindisi e Tirana. È stato nominato dal Consiglio dei Ministri Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti (DNA) .

Ha al suo attivo oltre quattromila ore di volo su aeromobili ad ala fissa e rotante, di cui oltre duemila su elicotteri militari.

Il 27 ottobre 2001 ha assunto l’incarico di vice comandante della brigata aeromobile Friuli a Bologna e il 15 maggio 2002 ne ha assunto il comando. È stato comandante a Viterbo per diversi anni.

Nella Città dei Papi molti lo ammirano per il suo grande valore morale e professionale, per la semplicità dei modi e l’indubbio valore.

Il Generale di Corpo d’Armata è da poco andato in pensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *