Viterbo non dimentica. Non dimentica coloro che, nei momenti più cupi della pandemia, hanno messo a rischio la propria per salvare la vita altrui.

Stiamo parlando del personale sanitario del team operativo Coronavirus dell’ospedale di Belcolle che ha ingaggiato una guerra senza quartiere contro il subdolo, invisibile e pericoloso morbo che da quasi un anno sta minacciando il mondo.

Sabato 12 settembre, dalle ore 17.30, presso la Parrocchia dei Santi Valentino e Ilario di Viterbo, avrà luogo la cerimonia pubblica del ringraziamento agli operatori sanitari della predetta struttura.

La manifestazione nasce per l’iniziativa congiunta dell’Associazione S. Crispino di Viterbo, della sezione di Montefiascone dell’Associazione Nazionale Carabinieri e del Gruppo di Preghiera Padre Pio Gesù Maestro di Viterbo; con l’occasione verrà distribuita la pubblicazione “Orgogliosi e Fieri”, appositamente edita per questo evento, comprendente una raccolta di testi poetici donati dalla poetessa viterbese Anna Maria Stefanini.

Saranno presenti le più alte autorità e rappresentanze sanitarie, civili e religiose, inclusi i celebri militari a cavallo dell’Arma dei Carabinieri in alta uniforme. Dopo la Santa Messa, che sarà celebrata dal vescovo di Viterbo mons.Lino Fumagalli, si procederà alla consegna degli attestati di riconoscimento a una rappresentanza del personale medico e sanitario che si è distinto, con professionalità e spirito di sacrificio, nell’aiuto dei malati. Sarà un’occasione per ricordare anche l’impegno profuso dall’Arma dei Carabinieri (nel 206esimo anniversario della fondazione), dalla Polizia di Stato e da tutti coloro che si sono impegnati nell’ardua battaglia per la prevenzione e contro la diffusione della pandemia.  Ideatori dell’iniziativa sono stati Antonio Anselmi e Roberto Nicotra, carabinieri in pensione.

La manifestazione avrà luogo nello scrupoloso rispetto delle disposizioni anti-Covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *