“Le linee guida per il trasporto si dividono in due parti: quelle per il trasporto dedicato, per gli scuolabus, e quelle del tpl”.

Durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi a Palazzo Chigi, sulla ripresa dell’anno scolastico, che ripartirà il prossimo 14 settembre (anche se alcune Regioni hanno deciso di rimandare l’inizio al 24 settembre), la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha illustrato tutte le nuove misure anti Covid che riguardano il trasporto pubblico: “Le linee guide sul trasporto prevedono una parte sul trasporto programmato e dedicato, con lo scuolabus, organizzato da Comuni e Province, con la mascherina, con i finestrini il più possibili aperti, anche in inverno”, per garantire il ricambio d’aria. Il coefficiente di riempimento dei mezzi è stato fissato poi all’80% della capienza, con le disposizioni contenute nell’ultimo dpcm.

Per quanto riguarda gli scuolabus si prevede: “l’utilizzo obbligatorio della mascherina chirurgica escludendo solo i bambini sotto ai 6 anni, sistemi di sanificazione obbligatori una volta al giorno, finestrini aperti, distanziamento in salita e discesa, e dovranno essere dotati di segnaposto per garantire il riempimento massimo non superiore all’80% e questa regola potrà essere superata solo se il tempo di trasporto è inferiore ai 15 minuti”, ha spiegato ancora la ministra.

“Per il tpl abbiamo implementato le linee guida, immaginando anche il flusso dei lavoratori. Abbiamo provato a immaginare una organizzazione che rispondesse a un aumento di flussi complessi. Ci sarà l’obbligo della mascherina chirurgica, non semplicemente di stoffa”, cosa che invece era consentita in passato. Tutti i mezzi saranno dotati di dispencer e gli operatori dovranno garantire “forme vocali e scritte di comunicazione e provvedere a far indossare i Dpi”.

Fonte:https://www.fanpage.it/politica/scuola-de-micheli-sui-bus-finestrini-aperti-anche-dinverno/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *