Non solo bello. Bravo, sensibile, profondo, difensore dei diritti umani.L’uomo perfetto da sposare. Compie oggi 71 anni Richard Gere, l’attore statunitense, nato a Philadelfia il 31 agosto 1949. Gli anni non hanno intaccato il suo fascino.

Secondo di cinque figli, il divo nasce da genitori di discendenze anglo-irlandesi. Sua madre, Doris Anna Tiffany, è una casalinga, mentre il padre – Homer George – è assicuratore. L’attore ha tre sorelle ed un fratello.

Studente brillante nonchè appassionato boy scout, il giovanotto eccelle in numerosi sport al liceo, facendosi notare anche per le attitudini in ambito musicale. Suona il pianoforte, la chitarra, il basso ed è, inoltre, un abile trombettista. Ma non è l’amore per la musica la sua dote principale. Diplomatosi nel 1967, il ragazzo ottiene la borsa di studio in ginnastica che gli garantisce l’ingresso all’Amherst University del Massachusetts, dove vorrebbe specializzarsi in filosofia.

Il  sex symbol degli Anni 80, il gigolò, il gentiluomo rubacuori degli Anni 90, non ha smesso di mietere conquiste.
Chi non avrebbe desiderato essere fra le sue braccia al posto di Julia Roberts in Pretty Woman? Indimenticabile la sua interpretazione in Hachiko, che ha fatto piangere milioni di persone.

Ha sposato prima la stupenda modella Cindy Crawford, dal 1990 al 1995, poi Carey Lowell e adesso, la terza, quella “giusta”, quella che gli ha donato, a 71 anni, la felicità.

Mentre conquistava i cuori delle donne di tutto il mondo, la sua vita sentimentale e personale era turbolenta.

American Gigolò, nel 1980, lo ha consacrato l’uomo più sexy del mondo. Ufficiale e gentiluomo e Pretty woman, il più romantico.

Negli Anni Novanta, viene travolto in un turbine di psicoanalisi e inganni da due sorelline quali Kim Basinger e Uma Thurman, nel film Analisi finale.
Inoltre, gira il thriller Schegge di Paura e si scagiona dall’accusa di omicidio in L’angolo rosso – Colpevole fino a prova contraria.

Dopo un romantico Autumn in New York accanto all’adorata Winona Ryder, diventa un affermato ginecologo, in piena crisi esistenziale, in Il Dottor T e le donne di Robert Altman e coglie in flagrante l’adultera Diane Lane in Unfaithful – L’amore infedele.

Nel 2002, l’attore allestisce uno spettacolo a Chicago, sul caso della moglie assassina Renée Zellweger. Nel 2004 finisce fra le braccia della bella ballerina Jennifer Lopez in Shall we dance?. Due anni più tardi, realizza una delle maggiori truffe editoriali in L’imbroglio – The Hoax.
Nel 2008, entra Come un uragano nella monotona quotidianità della neo separata Diane Lane.

Successivamente, diventa l’inseparabile padrone di un cucciolo di razza Akita, nel film Hachiko – Il tuo migliore amico. E poi altri, indimenticabili successi.

Cresciuto con un’educazione metodista, il divo si converte al buddismo in seguito ad un viaggio in Nepal nel 1973. Intraprende così un lungo cammino spirituale per tutta l’Asia, incontrando persino il Dalai Lama.

Usa la sua celebrità per buoni fini: promuovere la causa in Tibet, istituire “La Casa Tibetana” a New York e la “Fondazione Gere”. È in prima fila nella lotta per i diritti civili, sostiene le principali campagne ecologiste e la lotta contro l’Aids.

La sua terza moglie è la spagnola Alejandra Gere, madre di due dei suoi tre figli. L’ultimo nato lo scorso aprile. Con lei e con i loro bambini ha passato questo compleanno, probabilmente nel ranch fuori New York dove hanno trascorso anche l’isolamento.

A chi non sarebbe piaciuto trascorrere il lockdown con lui?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *