Rubata Fortunella, la gatta di un senza fissa dimora di Roma. Vivevano l’uno per l’altra. Mobilitazione per trovarla

Un gesto vile. E’ questo quanto accaduto a Claudio, un senza fissa dimora di Roma, che ora disperato, ha lanciato un appello sui social. Nella notte tra il 25 e il 26 agosto qualcuno le ha portato via la micetta, Fortunella. I due vivevano insieme da anni, erano diventati come una famiglia.

LE DUE DONNE CHE HANNO PRESO LA GATTA SONO BIONDE.UNA ADULTA COLOR PLATINO, L'ALTRA PIÙ GIOVANE BIONDA.POTREBBERO NON …

Gepostet von ENPA sezione di Roma am Freitag, 28. August 2020

La Sezione Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) di Roma ha lanciato un appello per ritrovare Fortunella. I volontari e le volontarie animaliste stanno ora cercando tracce degli autori del gesto analizzando, con il sostegno dei negozianti della zona del Pantheon, le immagini degli impianti a circuito chiuso.

«Le due donne che hanno preso la gatta sono bionde, una adulta color platino, l’altra più giovane bionda», scrive ora Maurilia Amoroso Responsabile Randagismo Enpa Roma.

«Potrebbero  essere volontarie ma di passaggio.
Aiutiamo Claudio, condividendo in tutti i gruppi di quartiere di Roma. Se qualcuno quella notte ha visto o conosce chi ha la gatta, ci contatti. Chi segue il signor Claudio da vicino, testimonia che sta malissimo e per una persona fragile, il proprio animale diventa la famiglia. Chi ha segnalato non si è resa conto che, la situazione è monitorata, tanto piu’ che il signore e la sua gatta erano vicino, i militari che sorvegliano la zona e che dalle 24 alle 6 di mattino si assentano, orario in cui le 2 donne hanno agito impunemente. Rinnoviamo l’appello di rivalutare la decisione presa con troppa leggerezza e riportare la gatta al suo papà.
Ora avete sulla coscienza due vite, perché le conseguenze per il loro benessere stanno degenerando.

Siete in tempo per capire.
3384058231 o riportatela alla Fondazione gatti di Torre Argentina»

Maurilia Amoroso
Responsabile Randagismo Enpa Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *