Chi ha detto che solo noi esseri umani siamo in grado di provare sentimenti profondi ed esternare le nostre emozioni nei modi più diversi?

La natura, lo sappiamo, è sempre in grado di stupirci nelle forme più incredibili, mettendoci davanti a scene e comportamenti che magari pensavamo fossero “riservati” solo a noi umani.

Qui, in particolare, vogliamo parlarvi di una meravigliosa immagine che riassume, meglio di mille parole, il temperamento eccezionale degli elefanti. Questi animali, infatti, sono semplicemente speciali, caratterizzati da una memoria di ferro, in grado di immagazzinare informazioni e sentimenti per poi ricordarli e agire di conseguenza.

Immaginate di non poter vedere un figlio per ben 12 anni. Chiunque, trovandosi in questa situazione, proverebbe dolore e nostalgia. Sentimenti che, tuttavia, troverebbero finalmente fine nel momento in cui si riabbraccerebbero i nostri cari. Bene: è stata proprio questa l’esperienza che ha vissuto una famiglia di elefanti allo zoo di Halle, in Germania.

L’immagine della riunione di famiglia è di quelle che, in pochissimo tempo, riescono a fare il giro del mondo e a scaldare i cuori di moltissime persone, vista la storia che porta con sé. L’elefantessa Pori, di 39 anni, è stata trasferita proprio nel giardino zoologico in questione, dove ha potuto riunirsi con la figlia Tana, 19 anni, dalla quale è stata lontana per 12 lunghi anni. Come in molte situazioni “umane” di questo tipo, l’incontro è stato anche l’occasione per Pori di conoscere le due nipotine, Temaki ed Elani, di quattro e un anno di età.

Se vi sembra la descrizione di una commovente riunione familiare, non siete fuori strada, perché il momento, immortalato in splendide foto in cui gli elefanti teneramente si accarezzano la proboscide, è stato proprio la dimostrazione pratica ed emozionante della spettacolare memoria che caratterizza questi animali. Il ricordo della figlia Tana, per Pori, era vivissimo, nonostante tutti gli anni di separazione trascorsi.

Per far recuperare agli elefanti un po’ dell’intimità perduta, i gestori del giardino zoologico tedesco, sulle prime, terranno gli animali distanti dai punti più frequentati dai visitatori, e in un secondo momento consentiranno loro di vivere nello stesso spazio. Non c’è che dire: certe scene sono veramente in grado di farci sorridere, per la purezza e per l’emozione che trasmettono. Non resta che augurare tutto il meglio a questa famiglia speciale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *