Emma Marrone, 36 anni, racconta in un’intervista a Grazia nel numero in edicola questa settimana di essere guarita dalla malattia.

A settembre dello scorso anno, aveva annunciato ai suoi fan di doversi fermare per affrontare dei “problemi di salute”. Poi li aveva rassicurati: “Adesso chiudo i conti una volta per tutte con questa storia e poi torno da voi”. Così, si era sottoposta a un delicato intervento ed era tornata più grintosa che mai. In queste ore la bella notizia.

Emma Marrone parla della sua malattia ma anche della tenacia con cui ha conquistato il rispetto di chi all’inizio non credeva in lei. Dal ruolo di giudice al talent X Factor alla nuova canzone e la telefonata in cui ha scoperto di essere libera dalla malattia.

Emma confida al magazine diretto da Silvia Grilli i momenti in cui si è sentita “morta e risorta”. “Sono diventata una donna, mi sono guadagnata rispetto”, dichiara la cantante.

“Voglio rappresentare le donne con le cicatrici. Voglio rappresentare le ragazze coi tagli, quelle che hanno perso il seno, le imperfette, le sopravvissute”: ha spiegato Emma Marrone nell’intervista rilasciata a Grazia.

Interpellata se la determinazione premia, la cantante risponde: “Sono abituata alla conquista. Fin da bambina, anzi: da generazioni, è genetica”. “Mia madre, figlia di contadini, non è potuta andare a scuola, aiutava il padre nei campi. Ricamava, cuciva. Solo da adulta ha iniziato a leggere, legge tantissimo, molto più di me. Se compro un libro, penso: “Questo devo metterlo da parte per lei””.

E a Grazia svela: “Anch’io mi sono erudita da sola. Al liceo di Lecce non c’era la lingua straniera. Così da due anni studio l’inglese. Prima non potevo permettermelo, ora che ho i soldi, voglio studiare. Cosa che non mi fa sentire fuori luogo a una cena elegante o al grande concerto con musicisti stranieri”.

Da quest’anno la cantante sarà giudice del talent X Factor

“Prima di cominciare temevo di non essere all’altezza, poi, grazie soprattutto ai colleghi straordinari, mi sono sentita bene, al posto giusto”. E a proposito di che giudice sarà, al magazine anticipa: “Cercherò di dare ai ragazzi gli strumenti per vivere un’esperienza di crescita, che conta più della vittoria. Insieme alla libertà e alla coerenza – personale, musicale – che vorrei insegnare loro a mantenere. Si può mantenere”.

E Emma lo dimostra: “Su Instagram mi scrivono: “Sei veramente tu?”. Io non mistifico, non nascondo. La gente è disabituata alla verità, ha paura di mostrarsi per ciò che è. Io cerco di dare sempre la verità. Non siamo le donne perfette e patinate che si vedono ovunque”, dice a Grazia.

Sulle pagine del magazine Emma racconta che quest’anno ha avuto paura tante volte. Il momento peggiore? “Quindici giorni fa, quando ha squillato il telefono ed era il mio medico. Ho pensato: “Ci risiamo”. Ho immaginato che dovessi ricominciare tutto da capo. Invece… “, confida Emma Marrone. “Invece mi diceva che, in base agli ultimi esami, sono uscita definitivamente dalla malattia. Ecco, in quell’istante sono morta e risorta”.

Fonti: Fanpage/ Bliz Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *