Maverick Vinales ha rischiato la vita al Gran Premio di Stiria di MotoGp. Il pilota dalla Yamaha ha evitato un terribile incidente con un gesto eroico. Accortosi del guasto ai freni della sua Yamaha, il classe 1995 spagnolo si è letteralmente tuffato dalla sua moto in corsa che è andata a schiantarsi a più di 210 chilometri orari contro le protezioni, finendo in fiamme. Fortunatamente solo un grande spavento per Vinales che ha avuto una prontezza eccezionale.

Una moto in fiamme vicino alla barriera di protezione. Una scena terribile durante il Gran Premio di Stiria che ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Fortunatamente il pilota della stessa, la Yamaha, è riuscito letteralmente a salvarsi la vita. Maverick Vinales ha conquistato dunque la scena, rendendosi protagonista di un’azione che gli ha permesso di non schiantarsi a più di 210 chilometri all’ora con la sua moto. Lo spagnolo mentre stava per prepararsi alla staccata si è reso conto di aver un problema ai freni, che non rispondevano. Ecco allora la decisione drastica, di gettarsi sull’asfalto con il bolide in corsa per non finire contro il muretto, dritto per dritto.

Vinales tuffo dalla moto per salvarsi la vita in MotoGP

Un gesto eroico quello di Vinales che è poi rotolato sulla pista, mentre la sua Yamaha è finita per schiantarsi prendendo fuoco poco dopo. Nessuna conseguenza per il pilota spagnolo, con la tuta che gli ha evitato ferite ed eventuali gravi conseguenza. Solo qualche botta per il classe 1995 che sulle sue gambe, visibilmente scosso è tornato nel suo box. Bandiera rossa in pista e grande spavento per tutti, con la sensazione di un bis rispetto a quanto accaduto sette giorni fa dopo l’incidente tra Zarco e Morbidelli. Anche in questo caso infatti si è letteralmente sfiorata la tragedia: solo la prontezza di riflessi di Vinales ha evitato il peggio allo stesso campione spagnolo

Fonte: https://www.fanpage.it/sport/motori/motogp-gp-stiria-vinales-rompe-i-freni-e-si-tuffa-dalla-moto-per-evitare-lincidente-a-250-allora/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *